Linux-libre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Linux-libre
Logo
Sviluppatore Free Software Foundation Latin America (FSFLA)
Famiglia SO Linux
Modello del sorgente Free Software
Release corrente 3.0[1] (22 luglio 2011)
Tipo di kernel Linux
Piattaforme supportate {{{piattaforme_supportate}}}
Licenza GNU GPL 2
Stadio di sviluppo Attivo
Sito web fsfla.org/svnwiki/selibre/linux-libre
(EN)

« The more people resist, the more people will be Free, and the more people will be free to be Free.
For your own good, and in solidarity to all, choose freedom.
Be Free! »

(IT)

« Più persone resistono, e più persone saranno Libere, e più persone saranno libere di essere Libere.
Per il tuo bene, e in solidarietà con tutti gli altri, scegli la libertà »

(Be Free![2])

Linux-libre è un progetto della Free Software Foundation Latin America (FSFLA) che consiste nel fornire una versione del kernel Linux completamente libera.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Tale versione del kernel linux si caratterizza per lo scopo alla base: infatti linux contiene alcune parti di codice oscurate o sotto licenze non libere, per quanto rappresentino una parte relativamente piccola di tutto il codice.[senza fonte]

Strumenti utilizzati per lo sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo strumento per eliminare le parti non libere è lo script deblob. Questo strumento è stato creato dalla distribuzione completamente libera gNewSense e, più tardi, personalizzato da BLAG. Esso agisce sul codice sorgente, eliminando il codice proprietario prima della compilazione.

Utilizzo nelle distribuzioni GNU/Linux[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alexandre Oliva, Linux libre with real time. URL consultato il 14-9-2011.
  2. ^ (EN) Be Free!. URL consultato il 06-04-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]