Lino Patruno (giornalista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lino Patruno (Bari, 1948) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia giovanissimo, all’età di 18 anni, a dedicarsi al giornalismo ed alla scrittura. Poi si laurea in economia, con indirizzo sociologico. È sposato e ha una figlia.

Nel 1966 entra nella redazione de "La Gazzetta del Mezzogiorno" di Bari. In data 16 maggio 1973 diventa giornalista professionista.[1]

Dal 1991 è docente alla facoltà di Economia dell'Università di Bari. Insegna prima comunicazione pubblica al Dipartimento Universitario di marketing e comunicazione d'impresa e poi Economia e tecnica della pubblicità al Corso di laurea di Marketing e comunicazione d'impresa. Ricopre la carica di editorialista e direttore della Scuola dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia.[2]

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 è nominato direttore responsabile del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno.

Per dieci anni è anche coordinatore e direttore della emittente televisiva Antenna Sud e collaboratore dell'Ufficio stampa della Fiera del Levante.

Nel 2003 è docente al master di Beni culturali e comunicazione all'Università di Foggia. Nel 2007 è docente di Scrittura giornalistica al Master di giornalismo Università di Bari e Ordine dei giornalisti di Puglia (scuola della quale è poi nominato Direttore).

Nel 2008 cessa la direzione del quotidiano e diviene editorialista, titolare di una rubrica e autore di critiche cinematografiche sulla stessa testata "La Gazzetta del Mezzogiorno".[3]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lino Patruno è uno scrittore legato alla sua terra, a cui ha dedicato una quindicina di libri sui temi della politica economica, del Sud, in particolare su Puglia e Basilicata (storia, cultura, arte e folclore). Seguono alcuni titoli:

  • Alla riscossa terroni. Perché il sud non è diventato ricco. Il caso Puglia - Editore: Manni
  • Alle sponde del Mediterraneo - Adda Editore
  • Bari vecchia - Adda Editore
  • Bari la città di San Nicola - Mario Adda Editore
  • Invito a Bari -Mario Adda Editore
  • Bari. Istruzioni per l’uso - Mario Adda Editore
  • Trani - (con Stefania Mola e Raffaele Nigro) - Adda Editore
  • Invito in Basilicata (con Raffaele Nigro) - Adda Editore
  • Puglia meravigliosa (con Ornella Cucci) - Capone Editore
  • Puglia e Basilicata. La natura e i segni dell’uomo - Editoriale Giorgio Mondadori
  • Puglia e Basilicata. Mura, castelli e dimore (con prefazione di Franco Cardini) Edito dalla Banca Popolare di Bari
  • Puglia e Basilicata. I luoghi e i gesti della fede (con prefazione di Franco Cardini) Edito dalla Banca Popolare di Bari
  • Puglia e Basilicata. L’uomo e le sue tradizioni (con prefazione di Franco Cardini) Edito dalla Banca Popolare di Bari
  • Fuoco del sud - La ribollente galassia dei Movimenti meridionali - 2011, Editore: Rubbettino[4].
  • Ricomincio da Sud - È qui il futuro d'Italia - 2012, Editore: Rubbettino[5]
  • Io resto al Sud [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Nicole Cascione “Lino Patruno, un maestro nel panorama del giornalismo italiano” 30 settembre 2011 – dal sito www.lintervista.it
  2. ^ "Ricomincio da Sud". Lino Patruno racconta il Meridione delle "eccellenze"
  3. ^ Fonte: sito www.linopatruno.com
  4. ^ Fonte - Rubbettino Editore http://www.store.rubbettinoeditore.it/fuoco-del-sud.html
  5. ^ Fonte - Rubbettino Editore http://www.store.rubbettinoeditore.it/ricomincio-da-sud.html
  6. ^ Repubblica@Scuola

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno Successore
Franco Russo 1995 - 2008 Carlo Bollino