Lingue rwanda-rundi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingue rwanda-rundi
Parlato in Ruanda, Burundi, Tanzania
Persone 13,7 milioni
Scrittura alfabeto latino
Filogenesi Lingue niger-kordofaniane
 Lingue congo-atlantiche
  Lingue volta-congo
   Lingue benue-congo
    Lingue bantoidi
     Lingue bantoidi meridionali
      Lingue bantu
       Lingue bantu centrali
        Lingue bantu J

Le lingue rwanda-rundi sono un sottogruppo delle lingue bantu parlate principalmente in Ruanda e in Burundi, ma anche nelle regioni limitrofe della Tanzania, della Repubblica Democratica del Congo e dell'Uganda.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Le due lingue principali, da cui prende nome il gruppo stesso, sono il rwanda (o kinyarwanda) e il rundi (o kirundi), che contano 12 milioni di locutori, sui 13,7 milioni complessivi stimati per il gruppo.

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, il rwanda conta 6,5 milioni di locutori in Ruanda, e un altro milione negli stati limitrofi.[1] Il rundi è parlato da 4,6 milioni di persone in Burundi, più 250.000 locutori stanziati in altri stati.[2]

Le due lingue sono mutuamente intelligibili,[1][2] tanto che l'intero gruppo può essere a volte considerato un continuum dialettale. Alcuni media vengono diffusi senza fare distinzione tra le due lingue, per esempio: i servizi della BBC per la regione dei Grandi laghi[3]; i servizi di Voice of America in kirundi ed in kinyarwanda[4].

Il gruppo rwanda-rundi comprende anche quattro lingue minori parlate in Tanzania. La più diffusa è la lingua ha, parlata da circa un milione di persone,[5], seguita dall'hangaza e dal shubi, entrambe con circa 150.000 locutori,[6][7] mentre per il vinza si contano circa 10.000 parlanti.[8] Altre classificazioni inseriscono nel gruppo rwanda-rundi anche altre lingue della Rep. Dem. del Congo, come il fuliiru (o fuliiro) e il joba (o vira).[9]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Le lingue rwanda-rundi costituiscono un gruppo che veniva precedentemente individuato con il codice D.60, all'interno quindi del gruppo delle lingue bantu D. Altre classificazioni modificate inseriscono oggi le lingue rwanda-rundi nel gruppo JD60, che include numerose lingue bantu della regione dei grandi laghi africani.[9][10]

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Per la scrittura delle lingue rwanda-rundi vengono utilizzati sistemi basati sull'alfabeto latino.[1][2][5][6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Ethnologue report for language code: kin. URL consultato il 18-01-2013.
  2. ^ a b c Ethnologue report for language code: run. URL consultato il 18-01-2013.
  3. ^ BBC Great Lakes
  4. ^ VOA Central Africa
  5. ^ a b Ethnologue report for language code: haq. URL consultato il 18-01-2013.
  6. ^ a b Ethnologue report for language code: han. URL consultato il 18-01-2013.
  7. ^ Ethnologue report for language code: suj. URL consultato il 18-01-2013.
  8. ^ Ethnologue report for language code: vin. URL consultato il 18-01-2013.
  9. ^ a b (EN) New Updated Guthrie List online.
  10. ^ (EN) http://www.ethnologue.com/family/17-507 Ethnologue report for Rwanda-Rundi (J.60)].