Lingue halmahera-cenderawasih

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingue halmahere-cenderawasih
Parlato in Indonesia
Classifica non nelle prime 100
Filogenesi Lingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue maleo-polinesiache centro-orientali
   Lingue maleo-polinesiache orientali
South Halmahera-West New Guinea languages.svg
In rosso le aree dove si parlano le lingue Halmahera-Cenderawasih. A sinistra è il sottogruppo Halmahera, mentre a destra sono le lingue Cenderawasih. (La linea nera rappresenta la Linea di Wallace.)

Le lingue halmahera-cenderawasih[1] sono un sottogruppo delle lingue maleo-polinesiache centro-orientali parlate in Indonesia, nel sud dell'isola di Halmahera, nella penisola di Doberai e nelle isole intermedie, in particolare, sulle isole Raja Ampat.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

L'esistenza di questo sottogruppo all'interno del gruppo maleo-polinesiaco centro-orientale è stata stabilita con certezza. Robert Blust riunisce l'halmahera–cenderawasih e le lingue oceaniche in un sottogruppo che definisce lingue maleo-polinesiache orientali. Questa ipotesi non è però condivisa da Malcolm Ross[2].

Secondo Ethnologue il gruppo è formato da 41 lingue,[3] così ripartite:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In inglese a volte anche definite South Halmahera-West New Guinea, abbreviato SHWNG
  2. ^ Adelaar, 2005, p. 26.
  3. ^ Ethnologue report for South Halmahera-West New Guinea

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Adelaar, Alexander, The Austronesian Languages of Asia and Madagascar: A Historical Perspective, The Austronesian Languages of Asia and Madagascar, pp. 1-42, Routledge Language Family Series, Londres, Routledge, 2005, ISBN 0-7007-1286-0

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica