Lingue dell'India

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'India ha una vasta lista di lingue parlate da differenti gruppi di persone. Sono state censite almeno 30 diverse lingue e circa 2.000 dialetti. Le due maggiori famiglie linguistiche in India sono le lingue indoeuropee (rappresentate dal gruppo delle lingue indoarie), parlate dal 72% degli indiani, e le lingue dravidiche, parlate dal 25% della popolazione. Nel paese sono inoltre parlate lingue austroasiatiche, tibeto-birmane e lingue isolate o di altre famiglie linguistiche minori.

La Costituzione dell'India ha definito l'uso dello hindi e dell'inglese come le due lingue ufficiali per il governo nazionale.[1] Classifica, inoltre, un insieme di 22 lingue registrate,[1] che possono essere ufficialmente adottate dai diversi stati per necessità amministrative, come uno strumento di comunicazione tra il governo nazionale e quello degli stati e per gli esami pubblici condotti per le selezioni degli impiegati del governo centrale.

Secondo i piani, l'inglese avrebbe dovuto cessare di essere lingua ufficiale (cioè allo stesso livello dello hindi) dal 1965, dopodiché sarebbe continuato il suo uso come "lingua ufficiale supplementare associata" fino al momento in cui un comitato nominato avrebbe potuto decidere una transizione completa allo hindi, basata su una revisione periodica. Tuttavia, dopo proteste di alcuni stati come Tamil Nadu, in cui è bassa la penetrazione dello hindi, "il sistema di lingua gemellare" è ancora accettato. A causa del rapido processo di industrializzazione e dell'influenza multinazionale sull'economia indiana, l'inglese continua ad essere un mezzo di comunicazione popolare ed influente nel governo e nel commercio quotidiano, e i piani per sostituirlo sono stati di fatto accantonati.

Lingue ufficiali (Amministrazione centrale)[modifica | modifica wikitesto]

Lingue riconosciute dalla Costituzione dell'India[modifica | modifica wikitesto]

L'allegato VIII della Costituzione dell'India riconosce ufficialmente 22 lingue, come segue:[1]

Lingue ufficiali dei singoli stati e territori[modifica | modifica wikitesto]

Stati
Territori dell'Unione
Territorio della Capitale
  • Delhi: lingua hindi, lingua punjabi, lingua urdu.[27]

Altre lingue ampiamente diffuse[modifica | modifica wikitesto]

(lingue non ufficiali con più di 5 milioni di parlanti)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Germano Franceschini e Francesco Misuraca, 1.11. Le lingue del diritto indiano in India: diritto commerciale, doganale e fiscale, Wolters Kluwer Italia, 2006, p. 16, ISBN 88-217-2356-9.
  2. ^ The Andhra Pradesh Official Language (Amendment) Act, 1989. URL consultato il 26 novembre 2012.
  3. ^ Assam at a glance, The Government of Assam. URL consultato il 26 novembre 2012.
  4. ^ The Bengal Official Language Act, 1961. URL consultato il 26 novembre 2012.
  5. ^ The Chhattisgarh Official Language (Amendment) Act, 2007. URL consultato il 26 novembre 2012.
  6. ^ The Goa, Daman and Diu Official Language Act, 1987. URL consultato il 27 novembre 2012.
  7. ^ Gujarat State Portal - State Profile - Demography, Government of Gujarat. URL consultato il 27 novembre 2012.
  8. ^ The Haryana Official Language Act, 1969. URL consultato il 26 novembre 2012.
  9. ^ The Himachal Pradesh Official Language Act, 1975. URL consultato il 27 novembre 2012.
  10. ^ Constitutional Position of Jammu and Kashmir. URL consultato il 27 novembre 2012.
  11. ^ Language and Politics in Jammu and Kashmir. URL consultato il 27 novembre 2012.
  12. ^ The Karnataka Local Authorities (Official Language) Act, 1981 (PDF). URL consultato il 26 novembre 2012.
  13. ^ The Kerala Official Language (Legislation) Act, 1969. URL consultato il 26 novembre 2012.
  14. ^ The Madhya Pradesh Official Language Act, 1957. URL consultato il 27 novembre 2012.
  15. ^ The Maharashtra Official Language Act, 1964. URL consultato il 27 novembre 2012.
  16. ^ About Meghalaya, Department of Tourism, Government of Meghalaya. URL consultato il 26 novembre 2012.
  17. ^ a b (EN) Ernest Gundling, Anita Zanchettin, Aperian Global, The Role of English in India in Global Diversity: Winning Customers and Engaging Employees Within World Markets, Intercultural Press, 2006, pp.84-85, ISBN 1-904838-09-X.
  18. ^ About Mizoram - Mizoram Tourism. URL consultato il 27 novembre 2012.
  19. ^ T. Raatan, The Land and the People in Encyclopaedia of North-east India: Arunachal Pradesh, Manipur, Mizoram, Gyan Publishing House, 2004, p. 233, ISBN 81-7835-068-8.
  20. ^ Nagaland at a glance, State Government of Nagaland. URL consultato il 26 novembre 2012.
  21. ^ From Orissa to Odisha (1936 - 2011), Government of Odisha. URL consultato il 27 novembre 2012.
  22. ^ The Punjab Official Language Act, 1967. URL consultato il 26 novembre 2012.
  23. ^ The Sikkim Official Languages Act, 1977. URL consultato il 26 novembre 2012.
  24. ^ The Tamil Nadu Official Language Act, 1956. URL consultato il 9 novembre 2012.
  25. ^ The Tripura Official Language Act, 1964. URL consultato il 26 novembre 2012.
  26. ^ The Puducherry Official Languages Act, 1965. URL consultato il 26 novembre 2012.
  27. ^ The Delhi Official Language Act, 2000. URL consultato il 26 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India