Lingua rapanui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rapanui
Parlato in Cile
Regioni Isola di Pasqua
Persone 3.390 (2000)
Scrittura alfabeto latino
Tipo VSO
Filogenesi Lingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue oceaniche
   Lingue del Pacifico centrale
    Lingue polinesiane
Codici di classificazione
ISO 639-2 rap
ISO 639-3 rap  (EN)
SIL rap  (EN)

La lingua rapanui, rapa nui, pasquano o pasquense è una lingua polinesiana parlata in Cile, sull'Isola di Pasqua.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, nel 2000 i locutori di rapanui in Cile erano 3.390, stanziati principalmente sull'isola di Pasqua. La lingua è attestata anche a Tahiti, nella Polinesia Francese, e nei territori pacifici degli Stati Uniti d'America.

Al censimento cileno del 2002, si contavano 4647 persone di etnia rapanui, la popolazione autoctona dell'Isola di Pasqua.[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Rapa Nui, nome autoctono dell'Isola di Pasqua, significa "grande isola". Il nome deriverebbe da quello di un'isola della Polinesia Francese, Rapa Iti o "piccola isola"; per la somiglianza tra le due isole, poste anche alla stessa latitudine (tuttavia Thor Heyerdahl ipotizza che originariamente il nome dell'Isola di Pasqua fosse Rapa, e che, quando alcuni schiavi, verso il 1860, arrivarono sulla nuova isola l'avessero chiamata Rapa Iti cioè "piccola Rapa" e quindi, l'altra sarebbe diventata Rapa Nui.[2]

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

La lingua rapanui ha dieci consonanti e cinque vocali.

Consonanti[modifica | modifica sorgente]

Consonante labiale Consonante alveolare Consonante velare Consonante glottidale
Nasale m n ŋ
Occlusiva p t k ʔ
Fricativa v h
Tap ɾ

Vocali[modifica | modifica sorgente]

Vocale anteriore Vocale centrale Vocale posteriore
Vocale chiusa i u
Vocale media e o
Vocale aperta a

Tutte le vocali possono essere lunghe o corte, sono sempre lunghe quando si trovano alla fine di una parola.[3] Sono presenti molte sequenze vocaliche, con l'eccezione di *uo. Ripetizione di sequenze non si verificano tranne che per eee ('si').[4]

Grammatica[modifica | modifica sorgente]

Il rapanui è una lingua Verbo Soggetto Oggetto.

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Oggigiorno il rapa nui viene scritto utilizzando l'alfabeto latino come tutte le altre lingue polinesiane.

Grafía AFI Esempio Italiano Pronuncia approssimata
A, a a aringa faccia Come la a di avena.
E, e e era quello, quella Come la e di caffè.
H, h h hare casa Suono aspirato, come la h dell'inglese
I, i i ivi osso Come la i di imbuto.
K, k k koe tu Come la c di cosa.
M, m m maika banana Come la m di metro.
N, n n nui-nui grande Come la n di narice.
Ng, ng, ŋ, g ŋ ngangata uomini Come la ng di tango.
O, o o oru maiale Come la o di orecchia.
P, p p poki bambino/a Como la p di pelo.
R, r ɾ Rapa Nui Isola di Pasqua Come la r intervocalica ad es. pera.
T, t t te il, la, lo, i, gli, le Come la t di topo.
U, u u uma petto Come la u di uno.
V, v v viʻe donna Come la b o v intervocalica es. abete o vivo.
’, ʻ ʔ toʻoku il mio Non c'è un suono equivalente in italiano, è una consonante sorda prodotta interrompendo il flusso d'aria nella glottide.


L'occlusiva glottidale sorda presente nell'inventario fonemico viene rappresentata col segno ortografico . Du Feu (1996:2) ipotizza che il fatto che questa consonante occlusiva sia rimasta nella lingua si debba all'isolamento geografico dell'isola nel corso dei secoli.

Le lettere d, f, g, s ed i digrafi ch e ll vengono usati per le parole di origine straniera, soprattutto quelle prese in prestito dallo spagnolo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Censo 2002 Síntesis de Resultados - Etnías pag. 23, Instituto Nacional de Estadísticas. URL consultato il 14-01-2013.
  2. ^ Thor Heyerdahl The Concept of Rongorongo Among the Historic Population of Easter Island. Stockholm 1961 - Heyerdahl afferma che le due isole hanno all'incirca le stesse dimensioni e che i termini "grande" e "piccolo" siano da considerare attributi storici e non fisici. In realtà l'Isola di Pasqua è circa 4 volte più grande dell'altra.
  3. ^ Du Feu 1996: p. 184
  4. ^ Du Feu 1996: p. 185–186

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Du Feu, V., 1996. Rapa Nui. London: Routledge.
  • Fischer, S.R., 2008. Reversing Hispanisation on Rapa Nui (Easter Island). In T. Stolz, D. Bakker, R.S. Palomo (eds) Hispanisation: The Impact of Spanish on the Lexicon and Grammar of the Indigenous Languages of Austronesia and the Americas. Berlin: Mouton de Gruyter, pp. 149–165.
  • Makihara, M., 2005a. Rapa Nui ways of speaking Spanish: Language shift and socialization on Easter Island. Language in Society 34, pp. 727–762.
  • Makihara, M., 2005b. Being Rapa Nui, speaking Spanish: Children's voices on Easter Island. Anthropological Theory 5, pp. 117–134.
  • Pagel, S., 2008. The old, the new, the in-between: Comparative aspects of Hispanisation on the Marianas and Easter Island (Rapa Nui). In T. Stolz, D. Bakker, R.S. Palomo (eds) Hispanisation: The Impact of Spanish on the Lexicon and Grammar of the Indigenous Languages of Austronesia and the Americas. Berlin: Mouton de Gruyter, pp. 167–201.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]