Lingua nanai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua nanai
Parlato in Russia, Cina
Persone 1.370
Scrittura Alfabeto cirillico
Filogenesi Lingue altaiche
 Lingue tunguse
Codici di classificazione
ISO 639-3 gld  (EN)
SIL gld  (EN)

La lingua nanai o nanaj,[1] detta anche gold, goldi, heche, hezhe o hezhen,[2] è una lingua tungusa parlata in Russia e Cina.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Al censimento russo del 2010 risultavano 1.350 locutori, stanziati nel Distretto Federale dell'Estremo Oriente, alla confluenza dei fiumi Amur e Ussuri. La lingua è parlata anche in Cina, nella parte nordorientale dello Heilongjiang, dove si stimano 40 locutori.[2]

Dialetti e lingue derivate[modifica | modifica sorgente]

Si distinguoni i dialetti akani, birar, kila, kuro-urmi, samagir, sunggari, torgon, ussuri.[2]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Secondo Ethnologue,[2] la classificazione della lingua nanai è la seguente:

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

Le tavole seguenti mostrano il sistema consonantico[3] e vocalico[4] della lingua nanaï parlata in Russia.

Vocali[modifica | modifica sorgente]

Vocale anteriore Vocale centrale Vocale posteriore
Vocale chiusa i u
Vocale media ɪ ə o
Vocale aperta a

Consonanti[modifica | modifica sorgente]

  Consonante bilabiale Consonante dentale Consonante laterale Consonante palatale Consonante velare
Consonante occlusiva sorda p t

k

Consonante occlusiva sonora b d g
Consonante fricativa sonora
Consonante fricativa sorda s x
Consonante affricata sorda t͡ʃ
Consonante affricata sonora d͡ʒ
Consonante nasale m n ɲ ŋ
Consonante liquida r l
Semivocale w j

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Per la scrittura si usa l'alfabeto cirillico.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ URSS - Enciclopedia Italiana - V Appendice (1995) in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ a b c d e (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Nanai in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  3. ^ Sem, 1998, p. 176.
  4. ^ Sem, 1998, p. 175.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ZH) Chaoke, D.O., Man-Tonggusi zhuyu bijiao yanjiu, Pékin, Minzu Chubanshe, 1997, ISBN|7-105-02883-1
  • (RU) Л.И. Cем, Нaнaйский язык, Языки Mиpa. Moнголские языки. Тунгусo-мaньчжурские языки. Японский язык. Кopейский язык, pp. 173-188, Moscou, Izd. Indrik, 1997, ISBN|5-85759-047-7