Lingua manipuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manipuri, Meitei (মণিপুরি)
Parlato in India, Bangladesh, Burma
Persone 1,470,000[1]
Scrittura alfabeto bengali, Meetei Mayek
Tipo SOV
Filogenesi Sino-tibetane
 Lingue tibeto-birmane
  Manipuri
Codici di classificazione
ISO 639-2 mni
ISO 639-3 mni  (EN)
SIL mni  (EN)

Manipuri (মণিপুরি) o Meitei-lon (মৈতৈলোন্) oppure Meitei-lol (মৈতৈলোল্) (e talvolta nell'inglese del XIX secolo Meithei (মৈথৈ), che è in realtà il nome del popolo, non della lingua), è la lingua predominante e la lingua franca dello stato del Manipur, che si trova geograficamente nel sud-est della catena himalayana e politicamente nel nord-est dell'India. È inoltre la lingua ufficiale usata dall'amministrazione pubblica. Il Manipuri che è una lingua del ceppo birmano legato alle lingue Naga è parlato anche negli stati indiani di Assam e Tripura, in Bangladesh e in Birmania.

Questo linguaggio ha dimostrato di essere un grande fattore di integrazione tra tutti i gruppi etnici in Manipur che lo usano per comunicare tra di loro.

Il Manipuri è materia di studio, in India, sino al livello post-laurea (Ph.D.), oltre ad essere una lingua di insegnamento fino al livello di laurea in Manipur.

Lingua ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

È una delle 22 lingue ufficialmente riconosciute dall'allegato VIII della Costituzione dell'India.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda su Manipuri di Ethnologue. URL consultato il 26 gen 2014.
  2. ^ Germano Franceschini e Francesco Misuraca, 1.11. Le lingue del diritto indiano in India: diritto commerciale, doganale e fiscale, Wolters Kluwer Italia, 2006, pag. 16, ISBN 8821723569.
India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India