Lingua maninka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maninka (Maninka, Maninkakan)
Parlato in Guinea Guinea
Guinea-Bissau Guinea-Bissau
Senegal Senegal
Gambia Gambia
Mali Mali
Sierra Leone Sierra Leone
Liberia Liberia
Costa d'Avorio Costa d'Avorio
Regioni Africa Occidentale
Persone 2.031.800 (3.300.000 comprendendo le varianti)
Scrittura latino, N'Ko
Filogenesi Lingue niger-kordofaniane
 Lingue mande
  Lingue mande occidentali
   Lingue mande centro-sudoccidentali
    Lingue mande centrali
     Lingue mandingo-jogo
      Lingue mandingo-vai
       Lingue mandingo-mokole
        Lingue mandingo
         Lingue mandingo orientali
          Lingue mandingo sudorientali
Statuto ufficiale
Nazioni Guinea Guinea
Mali Mali

Il Maninka (anche Malinké o Maninkakan) è una lingua (più precisamente un gruppo di lingue affini) parlata nell'Africa Occidentale, soprattutto in Guinea e Mali, ma anche in Liberia, Senegal, Sierra Leone e Costa d'Avorio. È la lingua principale dell'etnia Malinkè (talvolta, ma non sempre, distinta dai mandingo), ed è parlata da un numero di individui compresi tra i 2 e i 3 milioni.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di classificazione delle lingue ISO 639-3 comprende sotto il nome di maninka (o maninkakan che letteralmente significa linguaggio dei maninka), sei differenti linguaggi[1]:

  • Eastern Maninkakan, o maninka orientale [emk] (conosciuto anche come malinké o malinké orientale), parlato da più di 2.000.000 di persone, soprattutto in Guinea e negli stati confinanti.
  • Western Maninkakan, o maninka occidentale [mlq], con 525.300 parlanti tra Senegal, Gambia, Guinea-Bissau e Mali.
  • Kita Maninkakan, o maninka centrale [mwk], 600.000 parlanti in Mali
  • Konyanka Maninka [mku], 167.200 parlanti tra Guinea e Guinea-Bissau
  • Sankaran Maninka [msc], 77.000 parlanti tra Guinea e Guinea-Bissau.
  • Forest Maninka, o maninka della foresta [myq], 15.000 parlanti nel dipartimento di Odienné in Costa d’Avorio.

Tutte queste lingue fanno parte, assieme al mandinka, parlato in Senegal e Gambia, del macrolinguaggio noto come mandingo, che globalmente conta circa 5 milioni di parlanti. Tra i diversi maninka, la variante più diffusa e studiata è il maninka orientale, parlato soprattutto nella regione di Kankan, in Guinea. Sul maninka di Kankan è basato anche lo N'Ko, un sistema di scrittura e una lingua letteraria artificiale create nel 1949 dallo scrittore africano Solomana Kante, ed inteso come un sistema unificante per tutte le lingue mande.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lewis, M. Paul (ed.), 2009. Ethnologue: Languages of the World, Sixteenth edition. Dallas, Tex.: SIL International. Online version: http://www.ethnologue.com/.
    Viene qui presentata la classificazione linguistica fornita da Ethnologue e adottata dallo standard ISO 639-3, anch'essa non è certo definitiva, per ammissione degli stessi autori, e classificazioni alternative sono possibili.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]