Lingua frisone antica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frisone antico
Periodo VIII secolo-XVI secolo
Classifica estinta
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue germaniche
  Lingue germaniche occidentali
Codici di classificazione
ISO 639-3 ofs  (EN)

Il frisone antico era la lingua parlata tra l'ottavo e il sedicesimo secolo dalle genti che si erano stabilite nella zona tra il Reno e l'Elba nel quarto e quinto secolo, giungendo dalle aree della Danimarca e della Germania settentrionale, e apparteneva al ceppo delle lingue germaniche. La lingua degli abitanti precedenti non è conosciuta. Il frisone antico si è poi evoluto nel frisone moderno, parlato a partire dal XVI secolo.

Durante l'età medievale, i Fryslân si estesero dall'area attorno a Bruges, in quello che oggi è il Belgio, fino al fiume Weser, nella Germania settentrionale. In quel periodo la lingua frisone era parlata lungo l'intera costa meridionale del Mare del Nord. Oggi questa regione viene detta Grande Frisia o Frisia Magna.

I coloni partiti dalla Germania settentrionale e dalla Danimarca che si stabilirono in Inghilterra dal quarto secolo in poi venivano dalle stesse regioni e quindi parlavano la stessa lingua di quelli stabilitisi in Frisia. Esisteva quindi una forte somiglianza tra il frisone antico e l'antico inglese. Questa somiglianza si rinforzò durante l'eta mediana, quando le due lingue subirono diversi cambiamenti nella grammatica e nella fonetica, mentre le altre lingue germaniche occidentali non le subirono o vennero poco influenzate.

Fonologia e grammatica[modifica | modifica sorgente]

Quando seguita da vocali, la germanica k diventava ts; per esempio il frisone per formaggio e chiesa è tsiis e tsjerke, mentre nella lingua olandese si trova kaas e kerk. Una rima tradizionale nota sia in Inghilterra che in Olanda dimostra la somiglianza notevole delle due lingue frisone e inglese: "Bread, butter and green cheese is good English and good Friese", che è pronunciata circa nella stessa maniera in frisone, "Brea, bûter, en griene tsiis is goed Ingelsk en goed Frysk.", "Pane, burro e formaggio verde è buono in inglese e in frisone".

Anche se è stabilito che i primi esempi scritti di frisone antico risalgono al IX secolo circa, pochi sono i testi rimasti, tra cui pochissime iscrizioni runiche, che consistono in genere di una o poche parole.

Opere in frisone antico[modifica | modifica sorgente]

Esistono alcuni nomi frisoni che si sono tramandati in testi latini, e alcune iscrizioni runiche scritte in alfabeto fuþorc, ma i testi più antichi di frisone antico si datano intorno al tredicesimo secolo, specie in documenti legali.

  • Westeremden yew-stick (ca. 750-900)
  • Fon Alra Fresena Fridome [1]
  • Hunsigo MSS H1, H2: Dieci comandamenti [2], 17 petitiones [3]
  • Londriucht [4]
  • Thet Freske Riim [5]
  • Skeltana Riucht, codice di legge [6]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paolo Ramat, Das Friesische. Eine sprachliche und kulturgeschichtliche Einführung. Innsbruck, 1976.
  • Concetta Giliberto, Le iscrizioni runiche sullo sfondo della cultura frisone altomedievale. Göppingen, 2000.
  • Horst H. Munske, ed., Handbuch des Friesischen / Handbook of Frisian Studies. Tübingen, 2001.
  • Patrizia Lendinara, 'Il lessico del frisone antico’, in I Germani e gli altri. I Parte. III seminario avanzato di filologia germanica, ed. V. Dolcetti Corazza, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2003 (Bibliotheca Germanica, Studi e Testi, 13), pp. 3-52. (ISBN 88-7694-684-5)
  • Rolf H. Bremmer Jr, An Introduction to Old Frisian. History, Grammar, Reader, Glossary. Amsterdam e Philadelphia, 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]