Lingua francone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

Il francone è un termine che raggruppa numerose lingue e dialetti appartenenti al gruppo delle lingue germaniche occidentali parlati nella parte centrale di quello che era il Regno franco.

Tali parlate si trovano oggi diffuse soprattutto nei Paesi Bassi, in Lussemburgo, in Belgio, nelle parti estreme dell'est e del nord della Francia (nell'arrondissement di Dunkerque, della Mosella e del Basso Reno) e nelle sezioni occidentali della Germania.

A questo gruppo linguistico appartengono lingue note e diffuse come l'olandese, l'afrikaans ed il tedesco della Pennsylvania.

Suddivisione[modifica | modifica sorgente]

Basso francone[modifica | modifica sorgente]

Il basso francone, con un totale di circa 40 milioni di locutori, è il gruppo maggiormente rappresentativo. Comprende due lingue principali, l'olandese e l'afrikaans, in unione con i loro dialetti.

Tedesco centrale occidentale[modifica | modifica sorgente]

Forme dialettali di transizione dell'alto tedesco (francone superiore)[modifica | modifica sorgente]

I dialetti dell'alto tedesco sono parlati nelle aree di transizione fra il Tedesco superiore ed il tedesco centrale. Parlato da 700.000 persone, l'alto tedesco è diffuso soprattutto in Francia e nelle aree orientali della Germania occidentale.