Lingua brahui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua brahui (براوی
o Bráhuí)
Parlato in Pakistan, Afghanistan, Iran
Regioni Balochistan
Persone 2,2 milioni (1998) [1]
Classifica -
Scrittura Alfabeto arabo-persiano, Alfabeto latino
Filogenesi Lingue dravidiche
 Lingue dravidiche settentrionali
  Brahui
Codici di classificazione
ISO 639-3 brh  (EN)
SIL brh  (EN)

La lingua brahui è prevalentemente parlata nella regione del Belucistan, tra Iran, Pakistan e Afghanistan. Appartiene al ramo settentrionale della famiglia linguistica dravidica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta dell'unica lingua dravidica parlata al di fuori dell'India, e si pensa che sia l'ultima traccia di una antica colonizzazione dravidica dell'intero subcontinente indiano (forse collegata all'antica civiltà della valle dell'Indo), terminata poi con l'invasione degli Indoeuropei e il sospingimento dei dravidi nel sud della penisola del Deccan.

Secondo i sostenitori dell'ipotesi lingue elamo-dravidiche, sarebbe una delle prove del fatto che nell'antichità ci sarebbe stata una colonizzazione dal medio-oriente verso la penisola indiana, che avrebbe portato nella zona l'agricoltura ed una nuova lingua da cui sarebbero derivata la famiglia linguistica dravidica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ethnologue report for language code: brh

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Iran Portale Iran: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Iran