Lingua bislama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bislama (Bislama)
Parlato in Vanuatu
Persone 6.200 come prima lingua
200.000 come lingua addizionale
Filogenesi Lingue creole
 Creolo inglese
  Pacifico
   Bislama
Statuto ufficiale
Nazioni Vanuatu Vanuatu
Codici di classificazione
ISO 639-1 bi
ISO 639-2 bis
ISO 639-3 bis  (EN)

Il bislama (pronuncia inglese: ˈbɪsləmɑ; pronuncia Bislama: bislaˈma) i, un tempo noto anche come bichelama e Beach-la-Mar, è una lingua creola diffusa a Vanuatu. È simile al Tok Pisin della Papua Nuova Guinea, al Pidgin delle Isole Salomone e al Broken dello stretto di Torres (nel Queensland, Australia).

"Yumi, Yumi, Yumi", l'inno nazionale di Vanuatu, è in bislama.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Migliaia di abitanti di Vanuatu furono reclutati per lavorare nel Queensland e nelle piantagioni delle Figi negli anni Settanta e Ottanta del XIX secolo. Poiché in queste piantagioni si parlavano molte lingue diverse, finì col formarsi una lingua franca dall'inglese. Durante il XX secolo, tale lingua si evolse fino a creare il moderno bislama.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Il termine "bislama" ebbe origine nel XIX secolo dalla parola "Beach-la-Mar" (dal francese, "bêche de mer", cioè "cetriolo di mare"). A metà Ottocento, i cetrioli di mare erano raccolti ed essiccati nello stesso periodo in cui veniva raccolto il legno di sandalo. Il nome fu associato al pidgin che cominciò ad essere usato dai lavoratori locali per parlare tra loro o con i loro guardiani di lingua inglese.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Camden, William. 1979. Parallels in structure and lexicon and syntax between New Hebrides Bislama and the South Santo language spoken at Tangoa. In Papers in Pidgin and Creole Linguistics, No.2. Pacific Linguistics, A-57. Canberra: Australian National University. pp. 51–117.
  • Charpentier, Jean-Michel. 1979. Le pidgin bislama(n) et le multilinguisme aux Nouvelles-Hébrides. Langues et Civilisations à Tradition Orale 35. Paris: SELAF.
  • Terry Crowley, Beach-la-Mar to Bislama: The Emergence of a National Language in Vanuatu, Oxford Studies in Language Contact, Oxford, Clarendon Press, 1990, p. 422..
  • Terry Crowley, An illustrated Bislama-English and English-Bislama dictionary, Oxford Studies in Language Contact, Port Vila, Pacific Languages Unit and Vanuatu Extension Centre, University of the South Pacific, 1995, p. 478..
  • Terry Crowley, The language situation in Vanuatu in Current Issues in Language Planning, vol. 1, nº 1, 2000, pp. 47–132.
  • Crowley, Terry. 2004. Bislama Reference Grammar. Oceanic Linguistics Special Publication No. 31. Honolulu: University of Hawai'i Press.
  • Alexandre François, The dynamics of linguistic diversity: Egalitarian multilingualism and power imbalance among northern Vanuatu languages in International Journal of the Sociology of Language, vol. 214, 2012, pp. 85–110, DOI:10.1515/ijsl-2012-0022..
  • Darrell T. Tryon and Jean-Michel Charpentier. 2004. Pacific Pidgins and Creoles: Origins, Growth and Development. Berlin and New York: Mouton de Gruyter, 2004. xix + 559 pp. Hardcover ISBN 3-11-016998-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Oceania Portale Oceania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Oceania