Linfonodi ascellari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Linfonodi ascellari
Gray607.png
Anatomia del Gray subject #178 699
Sistema Sistema circolatorio linfatico
Distretto drenato Ascella
Vasi accolti arto superiore, parte del torace, parte alta dell'addome (costale)

I linfonodi ascellari sono situati nella cavità ascellare. Tale cavità è limitata anteriormente dai muscoli piccolo e grande pettorale, posteriormente dal grande rotondo, dal sottoscapolare e dal grande dorsale, medialmente dal dentato anteriore e lateralmente dal solco bicipitale dell'omero. I linfonodi sono qui distribuiti in numero di 20-30 e sono satelliti dei vasi tipici di questa zona. Questo centro linfatico riceve i collettori linfatici dell'arto superiore, di una parte del torace, della parte alta dell'addome (costale).

Gruppi linfonodali dell'ascella[modifica | modifica sorgente]

Laterale[modifica | modifica sorgente]

Sono definiti linfonodi brachiali, generalmente presenti in numero di 4-7 e sono in rapporto con la parte posteromediale della fascia della vena ascellarevena ascellare e drenano la quasi totalità della linfa dell'arto superiore. I loro collettori efferenti si portano verso i gruppi centrali e apicali.

Anteriore[modifica | modifica sorgente]

Comprende i linfonodi pettorali, presenti in numero di 3-6 e addossati al muscolo dentato anteriore lungo il decorso della toracica laterale. Ricevono la linfa che proviene dai muscoli della parete anterosuperiore del torace, dai tegumenti, dalla cute, dalla regione sopraombelicale della parete addominale. Dato che questi linfonodi drenano oltre il 75% della linfa che si forma nella mammella sono di particolare importanza clinica. I loro collettori efferenti portano la linfa ai gruppi centrali e apicali.

Posteriore[modifica | modifica sorgente]

Sono i linfonodi sottoscapolari, generalmente da 2 a 6, e si trovano nella parte posteriore dell'ascella addossati all'arteria sottoscapolare di cui seguono il decorso. I loro dotti efferenti portano la linfa verso i gruppi centrali e apicali.

Centrale[modifica | modifica sorgente]

Sono in numero di 3-5 e sono dispersi nel tessuto adiposo della base dell'ascella; ricevono la linfa che proviene dai linfonodi degli altri gruppi ascellari. I loro dotti efferenti sono diretti ai linfonodi del gruppo apicale.

Apicale[modifica | modifica sorgente]

Sono definiti linfonodi sottoclaveari, presenti in un numero variabile tra 6 e 12, e sono posti nella porzione superiore dell'ascella, dietro al muscolo piccolo pettorale e medialmente alla vena ascellare, nel punto in cui la vena cefalica si inserisce perforando la fascia clavicoracopettorale. Ricevono la linfa raccolta dagli altri linfonodi ascellari. I dotti efferenti di questo centro si uniscono a formare il tronco linfatico succlavio che, assieme ai tronchi giugulare e mediastinico, va a formare il tronco linfatico destro.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Anastasi, Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006.