Linea Kachovskaja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Linea Kachovskaja
Linea della metropolitana di Mosca
Inaugurazione 1995
Gestore Moskovskij metropoliten
Stazioni 3
Lunghezza 3,3 km
Pianta della linea

La Linea Kachovskaja in russo: Кахо́вская ли́ния[?] è una linea (la numero 11) della Metropolitana di Mosca. Sebbene la linea sia stata formata nel 1995, tutte le stazioni risalgono al 1969, quando appartenevano alla Linea Zamoskvoreckaja. La linea Kachovskaja è l'unica a Mosca che non presenta interscambi con la Linea Kol'cevaja (la linea circolare); è anche la linea più breve, con soli 3,3 km e con sole tre stazioni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia di questa breve linea inizia con il piano si sviluppo urbano di Mosca, che fu adottato all'inizio degli anni sessanta. Il progetto focalizzò l'attenzione sull'estensione del raggio Zamoskvoreckij dell'allora Linea Gor'kovsko-Zamoskvoreckaja (GZL) a sud. Utilizzando un semplice design per la stazione, la costruzione iniziò a metà degli anni '60, estendendo la metropolitana oltre la riserva naturale Kolomenskoe e nella zona industriale di Nagatino, fino alla stazione di Kaširskaja e poi dividendosi in due direzioni: la prima verso i quartieri di Saburovo e Zjuzino, mentre l'altra nei futuri quartieri di Orechovo e Borisovo. Il primo ramo doveva aprire in quanto estensione della linea, e avrebbe beneficiato di un nuovo deposito, mentre il secondo ramo sarebbe rimasto in progetto per un decennio, finché i nuovi quartieri non fossero stati costruiti. Fu la caratteristica del primo ramo (Kachovskaja), che rese l'intera linea differente dallo standard delle linee moscovite, che seguivano generalmente un percorso più o meno tangenziale all'anello centrale; questa linea, invece, dopo Kashirskaja diviene parallela ad esso.

Ragioni della costruzione[modifica | modifica sorgente]

La ragione della costruzione della linea è stata pratica, dato che le tre stazioni della Linea Kachovskaja connettono tre grandi arterie del traffico di Mosca: la superstrada Kašira, che diventa l'autostrada M4 (E111) che si dirige verso il Caucaso; la superstrada Varšava, che prende il nome da Varsavia, ma che si dirige in realtà verso sud, come la M2 (E105) che procede verso Ucraina e Crimea. Inoltre, la linea attraversa anche la ferrovia in direzione Paveletsky. Da queste motivazioni, è derivata la forma inusuale della linea, che risulta però importante nella geografia dei trasporti. Oltre a questo, gran parte dei residenti che abitano nei quartieri in cui è sorta la linea, sono famiglie di operai della Zavod Imeni Lichačëva (ZiL), la maggiore fabbrica di Mosca, che aiutò la costruzione della metropolitana in modo tale da permettere ai residenti di avere un collegamento diretto con il luogo di lavoro.

Oltre alle motivazioni pratiche, esiste una motivazione più ambiziosa, che comprenderebbe il progetto di un secondo anello di metropolitana (il primo è la linea Kol'cevaja), che permetterebbe ai passeggeri di evitare il centro cittadino; in un futuro forse lontano, le stazioni della Linea Kachovskaja potrebbero divenirne parte.

Apertura e chiusura[modifica | modifica sorgente]

La linea aprì formalmente nell'agosto 1969 e per più di un decennio operò ininterrottamente. Tuttavia, dall'inizio degli anni ottanta, i futuri quartieri di Orechovo e Zjablikovo erano in forte crescita ed avevano disperatamente bisogno di una linea metropolitana, pertanto iniziò la costruzione sul secondo ramo. L'idea originale era tuttavia quella fi completare il secondo ramo, più lungo, per poi chiudere la linea Kachovskaja e riaprirla solo al completamento del secondo anello. Il 30 dicembre 1984 aprì il tratto di Orechovo, e la linea Kachovskaja fu chiusa.

Problemi[modifica | modifica sorgente]

Il 31 dicembre 1984 il ramo Orechovo fu chiuso e la linea Kachovskaja fu riaperta. Un'inondazione nel nuovo tunnel costrinse alla chiusura delle nuove stazioni, e l'insistenza del ZiL convinse le autorità cittadine a non chiudere il ramo più breve. Tutto questo creò tuttavia una serie di problemi, uno dei quali fu l'aggiustamento del percorso ferroviario a Kaširskaja, dove i treni diretti verso sud si separano dopo la stazione, e non prima, impedendo l'uso dell'interscambio tra le banchine. Inoltre, il nuovo ramo vide raddoppiare l'afflusso dei passaggeri, cosa per il quale non era stato progettato.

All'inizio del 1995 fu completata la costruzione e il ramo Kachovskaja fu separato in una linea a sé stante: il passaggio avvenne l'11 agosto 1995.

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Tratto Data di apertura
Avtozavodskaja-Kachovskaja 11 agosto 1969 9,5 km
Separazione in linea a se stante 20 novembre 1995 - 6,1 km[1]
Totale: 3 stazioni 3,3 km

Interscambi[modifica | modifica sorgente]

# Interscambio Alla stazione di
2 Linea Zamoskvoreckaja Kaširskaja
9 Linea Serpuchovsko-Timirjazevskaja Kachovskaja

Materiale rotabile[modifica | modifica sorgente]

La linea condivide il deposito Zamoskvoreckoe (№ 7) con la linea Zamoskvoreckaja, e può contare su sette treni 81-717/714 con sei carrozze.

Sviluppi recenti e progetti futuri[modifica | modifica sorgente]

Il futuro delle tre stazioni è in questione, anche se un secondo anello è effettivamente negli obiettivi della Metropolitana di Mosca; tuttavia, questo secondo anello in progetto, vede spesso variare il percorso, e talvolta la linea Kachovskaja viene lasciata fuori. In ogni caso, l'attuale situazione finanziaria è distante quanto lo era quando le stazioni della linea aprirono nel 1969.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Prima del 1995 era parte integrante della Linea Zamoskvoreckaja

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]