Lindt & Sprüngli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lindt & Sprüngli
Logo
Stato Svizzera Svizzera
Fondazione 1845 a Zurigo
Fondata da
Sede principale Aquisgrana
Settore dolciaria
Prodotti dolciumi
Fatturato 2,52 miliardi di franchi[1] (2009)
Risultato operativo 280 milioni di franchi[1] (2009)
Slogan «Maître Chocolatier»
Sito web www.lindt.com
Sede della Lindt a Aquisgrana

La Lindt & Sprüngli è un’azienda multinazionale specializzata nel settore della produzione e vendita di prodotti dolciari e nella produzione di cioccolato di lusso. È stata fondata nel 1845 da David Sprüngli-Schwarz e suo figlio, Rudolf Sprüngli-Ammann.

La produzione viene realizzata in Svizzera presso la casa madre di Kilchberg (Zurigo) e nelle altre sedi europee in Germania, in Francia, in Austria e in Italia, e nelle due sedi negli Stati Uniti.

La storia[modifica | modifica sorgente]

Sprüngli[modifica | modifica sorgente]

Nel 1845 il pasticcere David Sprüngli apre a Zurigo con il figlio una piccola fabbrica di cioccolato. Nel 1859 Rudolf Sprüngli inizia a vendere la cioccolata in un nuovo negozio di pasticceria in Paradeplatz con un successo tale che nel 1870 inizia la produzione industriale in una fabbrica vicino alla stazione ferroviaria.

Lindt[modifica | modifica sorgente]

Nel 1879, Rodolphe Lindt, figlio di un farmacista di Berna, acquista alcuni vecchi macchinari per la macinazione dei semi di cacao. Le macchine, recuperate da un mulino fallito, si dimostrano inadeguate e il cioccolato prodotto risulta poco appetibile. Con l'aiuto del fratello farmacista, viene inventato un sistema per rendere il cioccolato più morbido e vellutato, procedimento che chiamiamo oggi concaggio. Lindt lo chiama “chocolat fondant”, un cioccolato con la consistenza e gli aromi a cui siamo oggi abituati.

Lindt & Sprüngli[modifica | modifica sorgente]

Nel 1892 Rudolf Sprüngli si ritira dall’attività, ma i suoi due figli continuano la tradizione: Johan Rudolf si occuperà della produzione e David Robert della vendita. Inaugurata nel 1899 una nuova fabbrica a Kilchberg, sul lago di Zurigo (dove tuttora vi è la sede), Johan Rudolf vuole anche acquisire i segreti di quel procedimento che rende il cioccolato dei Lindt così famoso. Per un milione e mezzo di franchi d’oro, cifra ragguardevole per quei tempi, acquista la fabbrica di Berna di Rodolphe Lindt e fonda la Lindt & Sprüngli AG.

In Italia[modifica | modifica sorgente]

Da Bulgheroni SpA a Lindt&Sprüngli SpA[modifica | modifica sorgente]

I fratelli Bulgheroni incontrano Robert Sprüngli in Italia nel 1946. In pieno dopoguerra e in difficoltà per il reperimento delle materie prime, decidono di convertire la loro fabbrica di caramelle fondata nel 1909 in fabbrica di cioccolato. Su licenza della Lindt, iniziano la produzione l'anno dopo e continuano ad espandersi fino ad aprire a Induno Olona, nel 1984, un nuovo stabilimento di 34.000 m² che impiegava circa 650 addetti, e poi nel 1992 un nuovo magazzino a Cassano Magnago, che è stato fino al 2007 il centro logistico dell’azienda.

Nel 1993 la Bulgheroni SpA viene acquisita dall'azienda svizzera e diventa Lindt&Sprüngli SpA. Nel 1996 Antonio Bulgheroni, figlio di Edoardo e attuale presidente e amministratore delegato di Lindt Italia, entra a far parte del consiglio di amministrazione di Lindt & Sprüngli AG. Nel 1997 la Lindt acquisisce la Caffarel, che però conserva la sua autonomia e la sua identità di marchio e prodotti.

L'acquisizione da parte della Lindt consiste nel controllo esclusivo della società Caffarel con la sottoscrizione del 99,785% del capitale sociale di quest'ultima, le cui azioni erano detenute, direttamente e indirettamente, dai componenti delle famiglie Audiberti e Bachstadt-Malan. Nel 2006 viene acquisito dalla Poretti il magazzino adiacente allo stabilimento di Induno Olona, aumentando così la propria superficie produttiva di altri 18.000 m² e nel 2007 viene realizzato il nuovo polo logistico nel comune di Magenta.

Fatturato 2012[modifica | modifica sorgente]

Nonostante la recente crisi dei mercati di consumo dell'economia europea, la Lindt & Sprüngli ha confermato la sua chiusura di bilancio in positivo chiudendo l'anno con un fatturato (CHF=Franchi Svizzeri) 2.67 miliardi (equivalente circa a Euro 2,2 miliardi ), in crescita del 7,3% rispetto all'anno precedente, il Margine Operativo Netto (EBIT) anch'esso in crescita del 10.3% pari a CHF 362 milioni, ed un Utile Netto dopo le tasse pari al CHF 272 milioni (anch'esso in crescita del 10% dall'anno precedente) Lindt & Sprüngli è tutt'oggi uno dei produttori di cioccolato di fascia medio/alta con una redditività' percentuale annuo riguardevole rispetto al settore (stimato mediamente attorno al 10% EBIT Margin)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ticinonline - Affari - Lindt & Sprüngli, fatturato in calo

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]