Lina Polito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David di Donatello David di Donatello per la migliore attrice non protagonista 1983

Lina Polito (Napoli, 24 agosto 1954) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia a recitare giovanissima in teatro, Eduardo De Filippo la scrittura per alcune commedie, sino a quando scoperta da Lina Wertmüller debutta nel cinema nel 1973, nel ruolo di Tripolina in Film d'amore e d'anarchia.

Prosegue la sua carriera dividendosi tra cinema teatro e televisione dove appare dai primi anni '70.

Nel 1973 riceve la Targa Mario Gromo alla migliore attrice esordiente per Film d'amore e d'anarchia di Lina Wertmüller, poi il Nastro d'argento come migliore attrice esordiente, il David di Donatello e il premio Antonio De Curtis.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • IL Radiocorriere, annate varie
  • Le Attrici, Gremese editore Roma, 1999
Predecessore David di Donatello per la migliore attrice non protagonista Successore
Alida Valli
per La caduta degli angeli ribelli
1983
per Scusate il ritardo
ex aequo con Virna Lisi per Sapore di mare
Elena Fabrizi
per Acqua e sapone