Limbo (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Limbo
LIMBO Logo.svg
Sviluppo Playdead
Pubblicazione Microsoft Game Studios, Playdead
Data di pubblicazione Xbox 360:
21 luglio 2010
PlayStation 3:
Giappone 4 agosto 2011
Flags of Canada and the United States.svg 19 luglio 2011
Flag of Europe.svg 20 luglio 2011
Microsoft Windows:
2 agosto 2011
PlayStation Vita:
4 giugno 2013
iOS:
3 luglio 2013
Xbox One:
5 dicembre 2014
PlayStation 4:
25 febbraio 2015
Android:
11 febbraio 2015
Genere Piattaforme, Rompicapo
Tema Astratto
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Xbox 360, PlayStation 3, Microsoft Windows, Mac OS X, Linux, iOS, PlayStation Vita, Xbox One, PlayStation 4, Android
Distribuzione digitale Xbox Live, PlayStation Network, Steam, OnLive
Fascia di età PEGI: 18
Periferiche di input Gamepad, Sixaxis o DualShock 3, Tastiera

Limbo è un videogame di genere puzzle-platform e il primo titolo del danese sviluppatore indipendente Playdead. Il gioco è stato rilasciato nel luglio 2010, come titolo in esclusiva su Xbox Live Arcade, e fu poi ripubblicato come parte di un pacchetto di gioco nel mese di aprile 2011. Successivamente è uscito anche per PlayStation Network, Steam e OnLive. Il 22 Novembre 2014, in occasione del primo anno compiuto da Xbox One, Microsoft ha regalato una copia di Limbo, da scaricare al momento della disponibilità del gioco, ancora celata, ai possessori della suddetta console, rivelando di fatto l'uscita di Limbo per Xbox One.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Limbo è un platform 2D che incorpora il sistema di fisica Box2D per governare gli oggetti ambientali e il personaggio del giocatore. Quest'ultimo guida un ragazzo senza nome in ambienti pericolosi e pieni di trappole, alla ricerca della sorella maggiore. Gli sviluppatori hanno costruito il puzzlegame prevedendo svariati fallimenti da parte del giocatore prima di trovare la soluzione corretta. Playdead ha chiamato lo stile di gioco "prova e muori" e ha usato animazioni raccapriccianti per la morte del ragazzo, in modo da spingere il giocatore a provare soluzioni impraticabili. Il gioco è presentato in bianco e nero, usando l'illuminazione, gli effetti di grana della pellicola ed i suoni ambientali minimi per creare un'atmosfera inquietante, spesso associabile al genere horror.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi