Lilian, duchessa di Halland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lilian
Lilian e Bertil negli anni '40
Lilian e Bertil negli anni '40
Duchessa di Halland
Stemma
Nascita Swansea, 30 agosto 1915
Morte Villa Solbacken, Djurgården, Stoccolma, 10 marzo 2013
Padre William John Davies
Madre Gladys Mary Curran
Coniugi Ivan Craig (dal 1940 al 1945)
Bertil di Svezia (dal 1976 al 1997)

Principessa Lilian (Swansea, 30 agosto 1915Stoccolma, 10 marzo 2013) , è stata una principessa svedese, vedova del principe Bertil di Svezia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni di vita in Gran Bretagna[modifica | modifica sorgente]

Lillian May Davies nacque in Gran Bretagna il 30 agosto 1915, a Swansea nel sud del Galles, figlia di William John Davies e di sua moglie Gladys Maria (nata Curran). Inizialmente il nome si scriveva Lillian, ma lasciò cadere una "l" quando diventò una modella. È stata fotografata per famose riviste di moda come Vogue. I suoi genitori si separarono nel 1920, ma non divorziarono ufficialmente fino al 1939. Dal 1940 al 1945 è stata sposata con l'attore britannico Ivan Craig. Nella seconda guerra mondiale Lilian Craig lavorò in una fabbrica di radio per la Royal Navy e in un ospedale per i soldati feriti.

Il matrimonio con il principe Bertil di Svezia[modifica | modifica sorgente]

Villa Solbacken a Stoccolma fu la residenza della principessa Lilian dal 1947 fino alla sua morte nel 2013.

Nel 1943 incontrò il principe svedese Bertil, duca di Halland, a Londra, a un cocktail party in onore del suo 28º compleanno. Poco dopo il loro incontro divennero amanti, anche se a quel tempo Lilian era sposata con il suo primo marito. Il fratello maggiore di Bertil, il principe Gustavo Adolfo, duca di Västerbotten, era l'erede al trono di Svezia, ma nel 1947 morì. Siccome il figlio di Gustavo Adolfo, Carlo Gustavo, aveva meno di un anno, sembrava probabile che quando il re di Svezia dovesse morire Bertil avrebbe dovuto servire come reggente (gli altri eredi avevano rinunciato ai loro posti nella successione a causa di matrimoni inaccettabili). Per questo motivo Bertil scelse di non sposare Lilian, e così la coppia ha semplicemente vissuto insieme per più di 30 anni. Nel 1946 il principe Bertil acquistò una casa a Sainte-Maxime in Francia, che divenne il loro rifugio privato. Tuttavia Bertil non divenne mai reggente in quanto suo padre, il re, visse abbastanza per vedere suo nipote Carlo Gustavo maggiorenne. Carlo XVI Gustavo di Svezia salì al trono nel 1973, e, dopo aver sposato una borghese egli stesso, approvò il matrimonio di Bertil e Lilian. Essi si sposarono il 7 dicembre 1976 nella cappella del Castello di Drottningholm, alla presenza del Re e della Regina. Dal 1976 al 2005 Lilian partecipava all'annuale cerimonia di consegna dei Premi Nobel, ornata dei gioielli reali e del Real Ordine dei Serafini, il più alto ordine cavalleresco svedese. All'età di 91 ha interrotto questa tradizione, dicendendo che era troppo vecchia.[1]

Vedovanza[modifica | modifica sorgente]

Il principe Bertil morì il 5 gennaio 1997, nella sua casa, con la principessa Lilian al suo fianco. Dal 1997 fino al 2010 continuò a rappresentare la famiglia reale in impegni ufficiali e in altre occasioni. Era la protettrice di molte organizzazioni, ad esempio SOS Villaggi dei Bambini, e anche un membro onorario di diverse società che il principe Bertil giudicava di interesse. Nel 2000 Lilian rilasciò una biografia della sua vita con il principe Bertil. La principessa Lilian era il membro più anziano della famiglia reale svedese e di qualsiasi famiglia reale europea. Nel mese di agosto 2008 la principessa cadde nel suo appartamento e si ruppe l'anca; nel febbraio 2009 cadde nuovamente in casa. Il 3 giugno 2010 venne comunicato che la principessa soffriva della malattia di Alzheimer e non era più in grado di apparire in pubblico. Ha vissuto i suoi ultimi anni a Villa Solbacken assistita da tre infermiere.[1] Lilian morì a Villa Solbacken il 10 marzo 2013 a 97 anni, sedici anni dopo il marito. Il Palazzo Reale non ha comunicato la causa della morte, ma Lilian era in cattivo stato di salute da diversi anni.[2][1][3] Il funerale è stato celebrato il 16 marzo presso la cappella del Palazzo Reale di Stoccolma ed è stato trasmesso in diretta su SVT. La cerimonia è iniziata alle 13:00 con ventuno colpi di cannone sparati della Skeppsholmen.[4][5] Vi hanno partecipato il nipote e la moglie: il Re e la Regina di Svezia; i suoi nipoti Margherita II di Danimarca e le Principesse Margherita, Brigitta di Hohenzollern, Désirée, baronessa Silfverschiöld e Cristina; e i figli del Re: la Principessa della Corona con il marito Daniel Westling, la duchessa di Hälsingland e Gästrikland e il duca di Värmland.[4] Era presente anche la Principessa Astrid di Norvegia.[6] Villa Solbacken è stata ereditata dal pronipote Carlo Filippo.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Stemma di Lilian, duchessa di Halland

Prinsessan Lilian vapen med Serafimerkors.svg


Onorificenze svedesi[modifica | modifica sorgente]

Membro dell'Ordine dei Serafini - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dei Serafini
— 30 agosto 1995
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare
— 1976
Dama dell'Ordine famigliare reale di re Carlo XVI Gustavo - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine famigliare reale di re Carlo XVI Gustavo
— 7 dicembre 1976
Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo di Svezia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo di Svezia
— 30 aprile 1996

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Dama di Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina)
Gran Decorazione d'Onore in Oro con Fascia dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Decorazione d'Onore in Oro con Fascia dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)
— 1997[7]
Dama dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca)
Dama di I Classe dell'Ordine della Croce della Terra Mariana (Estonia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I Classe dell'Ordine della Croce della Terra Mariana (Estonia)
— 1995
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
— 1994
Dama di Gran Croce dell'Ordine nazionale al merito (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine nazionale al merito (Francia)
— 2000
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)
— 2003[8]
Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa (Giappone)
— 2000[9]
Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania (Giordania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania (Giordania)
— 2003[10]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda)
— 26 ottobre 1981[11]
Grand'Ufficiale dell'Ordine delle Tre Stelle (Lettonia) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine delle Tre Stelle (Lettonia)
— 2005
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania)
— 21 novembre 1995[12]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo)
— 2008
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico)
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 1992
Dama di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi)
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo)
— 15 maggio 1991
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 15 ottobre 1979[13]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]