Liev Schreiber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liev Schreiber al Tribeca Film Festival 2012

Isaac Liev Schreiber (San Francisco, 4 ottobre 1967) è un attore, sceneggiatore e regista statunitense, definito dal New York Times il miglior attore shakesperiano della sua generazione[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Schreiber nasce a San Francisco, nella California settentrionale, il 4 ottobre 1967. Il padre, Tell Schreiber, è un attore e regista teatrale statunitense nato da un'abbiente famiglia "WASP" di origini austriache, svizzere, irlandesi e scozzesi, mentre la madre, Heather Milgram, è un'eccentrica pittrice statunitense nata a Brooklyn (New York) da una famiglia ebraica di origini polacche, ucraine e tedesche, che scelse per il futuro attore il nome Liev in onore dello scrittore russo Lev Tolstoj. La madre, che per un periodo visse in un ashram in Virginia, ha sempre proibito al figlio di guardare film a colori, per indirizzarlo verso le pellicole in bianco e nero, come i classici di Charlie Chaplin. Ha vissuto in Canada, e dopo la separazione dei genitori, si è trasferito a New York, dove ha mostrato interesse per la scrittura di testi teatrali.

Studia in seminario con l'attrice Amanda Peet, in seguito studia alla Royal Academy of Dramatic Art e si laurea nel 1992 alla "Yale School of Drama", lavora per diversi spettacoli teatrali a Broadway con classici di William Shakespeare come La tempesta, Amleto, Otello e molti altri, al fianco di attori del calibro di Sigourney Weaver e Jason Robards.

Debutta nel 1994 nel film di Nora Ephron Agenzia salvagente, in seguito recita nella trilogia di Wes Craven Scream, Scream 2 e Scream 3 nel ruolo di Cotton Weary, Sfera di Barry Levinson del 1998 e Hurricane - Il grido dell'innocenza del 1999. È stato candidato al premio Emmy e al Golden Globe per l'interpretazione di Orson Welles nel film RKO 281. Nel 2002 prende parte alla commedia Kate & Leopold con Meg Ryan e Hugh Jackman, parallelamente alla carriera cinematografica continua la sua attività teatrale che lo porta a vincere il premio Obie per la sua interpretazione in Cymbeline.

Nel 2005 debutta alla regia con il film Ogni cosa è illuminata, tratto da un romanzo di Jonathan Safran Foer, girato tra Praga e l’Ucraina. Tra gli altri film come attore The Manchurian Candidate ed Omen - Il presagio. Recita in L'amore ai tempi del colera di Mike Newell, tratto dall'omonimo romanzo di Gabriel García Márquez. All'inizio del 2007 partecipa ad alcuni episodi della serie tv CSI - Scena del crimine, nel ruolo di Michael Keppler, per la temporanea assenza di William Petersen, e inoltre lavora a Broadway nella commedia teatrale di Eric Bogosian Talk Radio, interpretazione che gli vale diverse nomination a premi teatrali.

Interpreta Victor Creed, alias Sabretooth, in X-Men le origini - Wolverine di Gavin Hood, film incentrato sulle origini del personaggio dei fumetti Wolverine. Recita in Motel Woodstock di Ang Lee, dove veste i panni di un travestito. Per Schreiber non è la prima interpretazione di un travestito, infatti al suo esordio ha avuto un'interpretazione simile nella commedia del 1994 Agenzia salvagente.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Schreiber ha una sorellastra e quattro fratellastri: Max, Charles, Will e Pablo, nato da una relazione del padre e anch'egli attore.

È stato legato sentimentalmente all'attrice Kristin Davis. Convive con l'attrice Naomi Watts, con cui ha avuto due figli: il 26 luglio 2007 è nato Alexander Pete (detto Sasha, variante russa del nome Alexander) e il 13 dicembre 2008 è nato Samuel Kai.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Liev Schreiber nel 2009

Attore[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Liev Schreiber è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ CSI ricomincia da 7, xl.repubblica.it. URL consultato il 5 ottobre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 36899830 LCCN: no95060510