Libuše

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Přemysl e Libuše, di Josef Václav Myslbek. Statua esposta a Vyšehrad, Praga.

Libuše (in ceco; in tedesco Libussa o Libuscha; ... – ...) è la leggendaria fondatrice della dinastia Přemyslide e principessa del Popolo Ceco.

Secondo la leggenda, fondò Praga nell'VIII secolo, più esattamente nel 730.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Libuše aveva fama di essere una veggente. Sul letto di morte fece chiamare suo figlio Nezamysl e gli disse: «Torno dai miei antenati ma prima voglio svelarti un segreto. Quando tuo nipote (il futuro duca Hostivit) regnerà sulla mia gente di Boemia, arriverà un piccolo popolo straniero a chiedere ospitalità. Tuo nipote offra loro protezione: porteranno benedizione sulla nostra terra!»

Si dice che Libuše sia stata la più giovane delle figlie del mitico condottiero ceco Krok. Le altre erano la guaritrice Kazi e la maga Teta. Fu scelta a succedergli dal padre. Più tardi sposò Přemysl l'Aratore da cui ebbe 3 figli: Nezamysl, Radobyl e Lidomir.

Libuše era la più saggia delle tre sorelle e profetizzò la fondazione di Praga dal suo castello di Libušín (secondo leggende più tarde Vyšehrad).

La figura mitica di Libuše fu fonte d'ispirazione per parecchie opere drammatiche, inclusa la tragedia Libussa di Franz Grillparzer e un'opera di Bedřich Smetana.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]