Liberty L-6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liberty L-6
LibertyL-6 edit.jpg
Vista laterale di un Liberty L-6
Descrizione
Costruttore Stati Uniti Thomas-Morse
Stati Uniti Wright
Tipo motore in linea
Numero di cilindri 6
Raffreddamento a liquido
Alimentazione 2 carburatori
Distribuzione SOHC 2 valvole per cilindro
Dimensioni
Cilindrata 13,530 L (825.67 in³)
Alesaggio 127 mm (5 in)
Corsa 177,8 mm (7 in)
Peso
A vuoto 248 kg (546 lb)
Prestazioni
Potenza 200-215 hp (149-160 kW)
Combustibile benzina
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Liberty L-6 era un motore aeronautico a 6 cilindri in linea raffreddato a liquido prodotto negli Stati Uniti d'America durante gli anni dieci del XX secolo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Il Liberty L-6, che sviluppava la potenza di 200-215 hp, venne progettato da Jesse Vincent e E. H. Hall per l'azienda statunitense Hall-Scott Motor Company ma venne prodotto dalla Thomas-Morse Aircraft Corporation e dalla Wright Aeronautical Corporation.[1]

Poiché non venne commissionato alcun esemplare dall'United States Army e risultasse troppo ingombrante, rispetto alla concorrenza, per essere proposto al mercato civile ed usato negli aerei postali dell'epoca, la produzione venne interrotta solamente dopo 52 esemplari.[1]

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti
equipaggiò due esemplari.[1]
equipaggiò 6 esemplari.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Liberty L-6 in National Museum of the USAF.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Gunston, Bill (1986). World Encyclopedia of Aero Engines. Wellingborough: Patrick Stephens, 106.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]