Liberal PD

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Liberal PD è una corrente social-liberale del Partito Democratico italiano. Il gruppo ha come obiettivo rappresentare le idee liberali nel partito.

La corrente venne fondata il 26 gennaio 2008 dal senatore Enzo Bianco (ex esponente del Partito Repubblicano Italiano e della Margherita), assieme all'ex-ministro Franco Bassanini (ex esponente del Partito Socialista Italiano e dei Democratici di Sinistra), al senatore Valerio Zanone (ex segretario del Partito Liberale Italiano e già esponente della Margherita) e al senatore Enrico Morando (leader dei Liberal DS).[1] Walter Veltroni, leader PD, partecipò alla convention.[2]

Più di 40 membri del PD hanno firmato il manifesto "Liberal", compresi gli allora ministri Giuliano Amato, Linda Lanzillotta e Paolo Gentiloni, il vice-ministro Franco Danieli, il sottosegretario Andrea Marcucci, i senatori Antonio Polito, Antonio Maccanico, Andrea Manzella e Massimo Livi Bacci.

Molti ex-Socialisti, compresi Enrico Manca, Salvo Andò, Giuliano Amato e Linda Lanzillotta, la maggior parte degli ex-Repubblicani nel partito, compresi Antonio Maccanico, Stefano Passigli, Giorgio Bogi (ex-leader di Sinistra Repubblicana), Giuseppe Ossorio (ex-leader dei Repubblicani Democratici), Andrea Manzella e Massimo Livi Bacci, e degli ex-Liberali, compresi i membri di Sinistra Liberale e Beatrice Rangoni Machiavelli, patron dell'Internazionale Liberale, hanno aderito alla corrente.[3] [4][5]

La corrente ha sostenuto Dario Franceschini alle elezioni primarie del 25 ottobre 2009 e attualmente svolge un ruolo di opposizione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Politica