Li Ching-yun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Li Ching-yun

Li Ching-yun o Li Ching-yuen (cinese tradizionale: 李清雲; pinyin: Lǐ Qīngyún; Qi Jiang Xian, asseritamente 1677 o 1736Kai Xian, 6 maggio 1933) è stato un artista marziale, tattico ed erborista cinese.

L'uomo è noto per aver dato vita a uno dei più clamorosi miti di longevità umana. Secondo il mito taoista sarebbe infatti vissuto 256 anni,[1] ed egli stesso affermava la data di nascita pure remota del 1736,[2] che gli avrebbe attribuito in ogni caso un'età di quasi due secoli (197 anni) alla morte.

Leggenda[modifica | modifica wikitesto]

« Conserva quieto il cuore,
siedi come la tartaruga,
cammina vispo come il piccione
e dormi come il cane. »
(Il segreto della longevità secondo Li Ching-yun[2])

Secondo la leggenda Li Ching-yun nacque nel 1736 a Qi Jiang Xian, nella provincia di Sichuan. Vagò per cent'anni sui monti della Cina, raccogliendo erbe medicinali, approfondendo la conoscenza dei segreti di lunga vita, e vivendo di erbe e di vino di riso.[2] Si narra che a settantun anni si sia recato a Kai Xian per entrare nell'esercito cinese con il ruolo di tattico e insegnante di arti marziali.[3] Negli ultimi anni di vita il maestro Li sarebbe vissuto, secondo alcuni, con la sua ventiquattresima moglie, una donna di sessant'anni.[2] Altra tradizione gli attribuisce quattordici matrimoni e afferma che nel 1928 aveva almeno 180 discendenti in vita distribuiti su undici generazioni.[4] Il generale Yang Sen, affascinato dal persistente vigore dell'uomo, lo invitò nella propria dimora a Wan Xian nel 1927, e qui fu fatta la sua fotografia.

Caso[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Li apparve, con il suo necrologio, sul New York Times del 6 maggio 1933[5][4] e su TIME qualche giorno dopo. Le persone della sua terra d'origine dichiaravano di possederne il ricordo fin dalla loro infanzia, e testimoniavano che nel frattempo non era molto invecchiato. Altri riferivano che era stato amico dei loro nonni.[6] Dopo la sua morte, i cinesi ne indagarono il passato, e un rapporto fu steso dallo stesso Yang Sen. Anche il professor Wu Chung-chien si mise sulle sue tracce, scoprendo una data di nascita apparentemente ancor più remota (1677), se era vero che nel 1827 il governo imperiale aveva rivolto al maestro Li i propri auguri per il 150º compleanno. D'aspetto, egli non appariva molto diverso da un uomo di sessant'anni.[2]

Interpretazione corrente[modifica | modifica wikitesto]

Per rendere meglio l'idea dell'incredibile longevità affermata da Li Ching-yun, si può considerare che se Isaac Newton fosse vissuto così a lungo avrebbe potuto insegnare ad Albert Einstein. La confusa documentazione demografica cinese del XVII secolo non consente alcuna verifica delle sue affermazioni, ma anche indipendentemente da ciò il caso non può che essere annoverato fra le pure leggende. L'età di 256 anni è addirittura oltre il doppio della massima longevità umana accertata (Jeanne Calment, 122 anni e 164 giorni), e non la si ritiene raggiungibile umanamente; il mito di Li Ching-yun sembra piuttosto avere sfondo religioso e originare dalla convinzione che sia possibile prolungare l'esistenza adottando una certa filosofia di vita.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Robert Young, African American longevity advantage: myth or reality? A racial comparison of supercentenarian data. URL consultato il 25-1-2009.
  2. ^ a b c d e (EN) Tortoise-Pigeon-Dog. URL consultato il 25-1-2009.
  3. ^ (EN) Li Ching-yuen. URL consultato il 25-1-2009.
  4. ^ a b (EN) Li Ching-yuen, the amazing 250-year-old man. URL consultato il 25-1-2009.
  5. ^ (EN) Li Ching-yun dead; gave his age as 197. URL consultato il 25-1-2009.
  6. ^ (EN) Li Ching-yuen. URL consultato il 25-1-2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie