Li Ao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Li Ao (李翱trad., 李翱sempl., Lǐ Áopinyin, nome di cortesia:习之sempl., Xizhipinyin; Tianshui, 772Xiangyang, 841) è stato un filosofo e scrittore cinese della dinastia Tang.

Dopo avere ricevuto il grado di jinshi (進士sempl., jìnshìpinyin) nel 798 entrò a far parte della burocrazia imperiale e lavorò nel dipartimento di storia di Changan. A partire dall'809 divenne ispettore nella Cina del sud. La data della sua morte è contestata tra l'836 e l'841.

Quando fu assegnato alle provincie del sud si mise in viaggio con la moglie incinta da Luoyang a Guangzhou per oltre nove mesi. Il percorso che seguì tocco le province moderne di Henan, Anhui, Jiangsu, Zhejiang, Jiangxi e Guangdong. Il suo resoconto del viaggio Lainan Lu (来南录sempl., letteralmente "Record of Coming to the South, Resoconto del venire a sud") contiene dettagliate descrizioni della Cina meridionale del medioevo ed è considerato una delle prime forme di diario.

Al momento della sua morte, Li era Governatore del Circuito di Shannan Est (oggi Hubei e Henan). La sua data di morte è contestata: il Libro dei Tang dà la data dell'841, tuttavia gli storici della dinastia Qing sostengono che dovrebbe essere l'836.

Gli studiosi del tardo impero hanno visto Li come uno dei fondatori delle dieci grandi scuole di filosofia delle dinastie Tang e Song. Come filosofo, Li fu pesantemente influenza dal buddismo e anche dal filosofo neo-confuciano Han Yu. Alla domande poste dal buddismo cercherà risposte nella tradizione. Mostrando che il ritorno alla natura essenziale è l'equivalente confuciano dell'illuminazione buddista, Li Ao è il precurso del cammino dello spirito cinese verso un "buddismo confuciano" che si svilupperà nel neo-confucianesimo[senza fonte]. I suoi scritti sono preservati nel Liwengong Wenji (李文公文集sempl.). Questo lavoro è presubimilmente un'edizione successiva di dieci capitoli del Li Ao Ji (李翱集sempl.) come descritto nel Nuovo libro dei Tang. Alcuni dei pochi poemi che produsse possono essere trovati anche nel Quan Tang Shi (全唐诗sempl.).