Lezione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'accezione in filologia, vedi Lezione (filologia).

La lezione (dal latino lectĭo, -ōnis[1], "lettura"[2]) è un particolare tipo di attività didattica, che si svolge in un segmento determinato di tempo e di spazio (reale o virtuale). Come ogni attività didattica, rinvia ad un insegnamento: in particolare, essa ha tradizionalmente forma orale ed è volta a esporre ad un uditorio di uno o più discenti informazioni e conoscenze riguardo a un particolare soggetto.

La lezione è quella impartita, ad esempio, da un insegnante di una scuola o università ai propri studenti. Le lezioni sono usate per trasmettere informazioni critiche, storia, retroscena, teorie scientifiche, equazioni, e via dicendo. Un discorso politico, un sermone religioso, o perfino una presentazione di vendita di un uomo d'affari, possono essere simili nella forma a una lezione. Solitamente, il docente starà di fronte a una platea di ascoltatori e proporrà informazioni pertinenti al soggetto della lezione, avvalendosi, se del caso, di particolari supporti e strumenti come lavagne tradizionali o elettroniche, proiettori, schermi televisivi e altri oggetti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'insegnamento in forma di lezione origina probabilmente al periodo a cavallo fra V e IV secolo a.C., quando lezioni erano tenute all'Accademia di Atene, fondata da Platone, e successivamente al Liceo, fondato da Aristotele.[2] La forma moderna di lezione è però erede soprattutto della forma che la lezione assunse nel monachesimo altomedievale in Europa, quando si leggevano e si commentavano vari testi, in particolare quelli dei Padri della Chiesa, e successivamente con la Scolastica (XII secolo), quando la lezione si fonda sulla quaestio[2]. In questa forma, secondo il punto di vista della pedagogia moderna, la lezione tendeva soprattutto ad evidenziare il momento dell'apprendimento passivo da parte del discente, mentre a partire dal XVIII secolo la didattica verrà sottoposta a revisione e tenderà ad accentuare la creatività dello studente nell'elaborazione del proprio piano didattico.[2][1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Grande Enciclopedia, Istituto Geografico De Agostini, Novara, 1971-1987, vol. XII, ad vocem.
  2. ^ a b c d Lemma su sapere.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

istruzione Portale Istruzione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di istruzione