Lewis Mumford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lewis Mumford (Flushing, 19 ottobre 1895Amenia, 26 gennaio 1990) è stato un urbanista e sociologo statunitense.

Culturalmente legato a Patrick Geddes, Ebenezer Howard, Henry Wright, Raymond Unwin, Richard Barry Parker, Patrick Abercrombie, Matthew Nowicki, a sua volta molto amato e spesso citato da Erich Fromm.

Si è occupato soprattutto, in un'ottica storica e regionalista, della Città e del territorio influenzando anche il pensiero di Colin Ward; da rilevare in particolare le sue analisi a proposito di Utopia (con l'importante evidenziazione del significato di Eutopia), sulla Città giardino e la collaborazione all'attuazione della New town inglese. Affrontò inoltre il tema della funzione simbolica e dell'espressione artistica nella vita dell'uomo.

Il 14 settembre 1964 ricevette la Medaglia presidenziale della libertà dal Presidente degli Stati Uniti Lyndon B. Johnson[1].

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Presidential Medal of Freedom - nastrino per uniforme ordinaria Presidential Medal of Freedom
— 14 settembre 1964

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) http://www.medaloffreedom.com/LewisMumford.htm

Bibliografia parziale (in italiano)[modifica | modifica sorgente]

  • Lewis Mumford, La condizione dell'uomo, tit. orig.: Condition of man; collana: Tascabili Bompiani; 2 vol.: 1° - Uomo, sec. XX, 2° - Civiltà e ambiente umano; trad.: A. Mondini, Milano, Bompiani, 1977, pp. 523 (complessive).
  • Lewis Mumford, Storia dell'utopia, collana: Virgolette; trad. R. D'Agostino, Roma, Donzelli, 2008, pp. 225, ISBN 88-6036-204-0.
  • Lewis Mumford, La cultura delle città, a cura di M. Rosso, P. Scrivano, collana: Biblioteca Einaudi, Torino, Einaudi, 2007, pp. 522, ISBN 88-06-18704-X.
  • Lewis Mumford, La città nella storia, collana: Tascabili. Saggi; 3 volumi, Milano, Bompiani, 2002, pp. 564, ISBN 88-452-5279-5.
  • Lewis Mumford, Arte e tecnica, collana: Universale ETAS (28); trad. di Enrica Labo, Mario Labo, Milano, ETAS, 1980, pp. 155.
  • Lewis Mumford, Il pentagono del potere, tit. orig.: Pentagon of power; collana: Gutenberg & Company; traduzione di Marina Bianchi; 2 voll., Milano, Il saggiatore, 1973, pp. 664.
  • Lewis Mumford, Il mito della macchina, Il saggiatore, 2011, pp. 448.
  • Lewis Mumford, Per una civiltà umana, libri scheiwiller milano, 2002, pp. 140

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 12312890 LCCN: n80067179

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria