Levante (vento)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I venti del Mediterraneo

Il Levante è il vento che spira da Est verso Ovest. In antichità si chiamava Apeliote o, in modo approssimato, Euro[1].

La sua influenza in Italia si fa sentire sul Tirreno e sulla parte centro-meridionale dell'Adriatico.

Quando il vento si origina nel centro del Mediterraneo al largo delle Isole Baleari, soffia verso Ovest per raggiungere la sua massima intensità attraverso lo Stretto di Gibilterra. È un vento fresco e umido, portatore di nebbia e precipitazioni, riconosciuto come causa di particolari formazioni nuvolose sopra la Baia e la Rocca di Gibilterra, dove può provocare mare agitato e trombe marine. Il vento può manifestarsi in qualunque periodo dell'anno, ma ricorre comunemente fra luglio e ottobre. D'inverno, il Levante è spesso accompagnato da piogge forti.

Il nome del vento deriva da levante inteso come Est, il punto cardinale da cui ha origine. Può essere chiamato anche Euro, vento che gli antichi confondevano con il Libeccio-Scirocco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fiori Fabio, Anemos. I venti del Mediterraneo. Mursia, Milano, 2012. Pag. 49.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

meteorologia Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia