Leucrotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La leucrotta (o leocrota, o leucrocota) è un animale mitologico abitante dell'Etiopia o comunque originario dell'India, che nasce dall'incrocio di una crocotta con un leone.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Tra i primi a descriverci questo animale fantastico fu Plinio il Vecchio (ca. 24-79): “leucrocotam, pernicissimam feram asini feri magnitudine, clunibus cervinis, collo, cauda, pectore leonis, capite medium, bisulca ungula, ore ad aures usque rescisso, dentium locis osse perpetuo: hanc feram humanas voces tradunt imitari" (“la leucrota, animale selvaggio velocissimo, della taglia di un asino selvatico, che ha la parte posteriore di cervo, il collo, la coda e il petto di leone, la testa di tasso, gli zoccoli divisi in due parti, la bocca che si apre fino agli orecchi e al posto dei denti un osso continuo: dicono che questo animale sia capace di imitare la voce umana”)

In seguito viene descritto in vari bestiari medievali seguendo questa tradizione, anche se a volte si può notare una confusione con la figura della Manticora

Nel Bestiario di Cambridge (XII secolo) possiamo leggere: “Nasce in India un animale chiamato leucrota, imbattibile nella velocità. Possiede dimensioni di asino, natiche di cervo, petto e zampe di leone, testa di cavallo, unghie divise in due parti e una bocca che si estende fino alle orecchie. Al posto dei denti ha un unico osso. Questa è la sua forma; inoltre con la voce riesce a imitare le parole umane"

Rappresentazioni medievali[modifica | modifica sorgente]

Le rappresentazioni di questo animale seguono fedelmente la sua descrizione scritta, e la sua caratteristica principale è facilmente distinguibile: l’animale presenta infatti una grande bocca che arriva fino alle orecchie, a volte aperta mettendo in mostra i denti dell’animale, e gli zoccoli divisi in due parti. Solo in una miniatura francese tarda, contenuta in un codice miscellaneo del 1450 (Hague, Museum Meermanno, ms. MMW. 10 B 25 fol. 12 v.), l’animale mostra una bocca di dimensioni normali, mentre la testa simile a quella di un asino prosegue con una folta criniera di cavallo che ricopre la bestia fino al petto.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mitologia