Lettere inglesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frontespizio dell'edizione originale

Lettere inglesi (Lettres anglaises) è una serie di saggi scritti da Voltaire basati sulla propria esperienza di vita in Inghilterra tra il 1726 e il 1728. Venne pubblicato per la prima volta col nome di Lettres ecrites de Londres sur les Anglois (Lettere scritte da Londra sugli Inglesi) nel 1734. Nel 1778, Voltaire, che aveva una buona conoscenza dell'inglese, riscrisse e pubblicò l'opera col titolo Letters on the English.

Voltaire, durante il suo soggiorno in Inghilterra, scopre la letteratura di Shakespeare, per lui nuova e sorprendente, in quanto molto lontana dall'ideale classico francese. Scopre anche la filosofia inglese di Locke e Newton e il sistema parlamentare inglese.

Sul modello delle Lettere persiane di Montesquieu, Voltaire interpreta la parte di uno spettatore ingenuo che rende conto delle sue osservazioni su diversi campi: religione, filosofia, politica, arte, scienze ed economia. In questo modo, viene a crearsi un'opera di propaganda e di critica, in cui lo stile di scrittura è un'arma di persuasione. Vantando i meriti dell'Inghilterra, Voltaire si impegna a demolire il sistema francese, attaccando soprattutto la figura del re.