Let It Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Let It Die
Artista Feist
Tipo album Studio
Pubblicazione 18 maggio 2004
Durata 45:10
Dischi 1
Tracce 11
Genere Indie rock
Baroque pop
Etichetta Polydor, Arts & Crafts Cherrytree Records
Produttore Renaud Letang
Registrazione 2002-2004, Parigi (Francia)
Feist - cronologia
Album successivo
(2007)

Let It Die è il secondo album discografico in studio della cantautrice canadese Feist, pubblicato nel 2004.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato accolto molto positivamente in Canada ed indicato come uno dei migliori prodotto musicali del 2004. Infatti ha ricevuto due nomination ai Juno Award 2005: "miglior album di musica alternativa" e "rivelazione dell'anno". Una traccia del disco, Inside and Out, è stata inoltre in nomination nella categoria "singolo dell'anno" nel 2006.

L'album contiene alcune cover: L'amour ne dure pas toujours di Françoise Hardy, When I Was a Young Girl (Texas Gladden), Secret Heart (Ron Sexsmith), Inside and Out (Bee Gees) e Now at Last (Bob Haymes)

Vi hanno inoltre collaborato Gonzales (coautore di Gatekeeper e Leisure Suite, nonché musicista), Julien Chirol (trombone), Frédéric Coudere (sax) e Tony Scherr (musica di Lonely Lonely).

La canzone Mushaboom è stata utilizzata in uno spot per Lacoste.

Per quanto riguarda le vendite, l'album è stato certificato disco di platino in Canada (oltre 100.000 copie) ed è entrato in classifica in diversi Paesi europei (Austria, Belgio, Francia e Germania).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Gatekeeper – 2:16
  2. Mushaboom – 3:44
  3. Let It Die – 2:55
  4. One Evening – 3:36
  5. Leisure Suite – 4:07
  6. L'amour ne dure pas toujours – 3:16
  7. Lonely Lonely – 4:10
  8. When I Was a Young Girl – 3:08
  9. Secret Heart – 3:49
  10. Inside and Out – 4:17
  11. Now at Last – 3:16
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica