Les Plus Beaux Villages de France

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I più bei paesi di Francia
Les Plus Beaux Villages de France
Tipo associazione privata
Affiliazione internazionale Les plus beaux villages de la terre
Fondazione 1982
Fondatore Charles Ceyrac
Scopo promozione e valorizzazione storica, paesaggistica, culturale e turistica.
Area di azione Francia
Presidente Maurice Chabert
Sito web


Les Plus Beaux Villages de France (in italiano; I più bei paesi di Francia) è un'associazione, nata nel 1982, che ha come obiettivo la promozione delle attrattive turistiche dei piccoli comuni rurali che possiedono un ricco patrimonio storico, artistico o naturalistico. Per aumentare la credibilità e la legittimità del marchio che essa conferisce in base a un'inchiesta rigorosa, l'associazione si è imposta criteri di selezione molto rigidi.

Raggruppando i paesi la cui popolazione non superi i 2000 abitanti e ponendo sotto tutela i siti di interesse naturalistico, artistico o storico, l'associazione ha potuto così realizzare una mappa dei più bei paesi che comprende attualmente 148 comuni e conta diverse migliaia di soci.

I criteri di adesione stabiliti dall'associazione sono tanti e rigidi: ai tre criteri di base (popolazione inferiore a 2000 abitanti, adesione collettiva del comune e possesso di almeno due siti di interesse) si aggiunge essenzialmente la scelta di una politica di salvaguardia del paesaggio che deve concretizzarsi nel piano regolatore generale (in francese, plan d'occupation des sols), che deve di fatto limitare le costruzioni e impedire qualunque installazione che sia nociva per l'estetica d'insieme del paese. Questa politica può trovarsi in contrasto con alcune scelte di sviluppo economico, ma assicura ai paesi conformi ai criteri una maggiore presenza turistica e sempre più ricercata.

È Charles Ceyrac, ex sindaco di Collonges-la-Rouge, ad aver fondato nel 1982 l'associazione dei più bei paesi di Francia. Oggi il presidente è Maurice Chabert.

Anche in altri paesi sono state fondate associazioni simili, in particolare in Belgio (Vallonia) e in Italia.

Lista[modifica | modifica sorgente]

Alsazia[modifica | modifica sorgente]

Aquitania[modifica | modifica sorgente]

Alvernia[modifica | modifica sorgente]

Borgogna[modifica | modifica sorgente]

Bretagne[modifica | modifica sorgente]

Centro[modifica | modifica sorgente]

Champagne-Ardenne[modifica | modifica sorgente]

Corsica[modifica | modifica sorgente]

Franca Contea[modifica | modifica sorgente]

Île-de-France[modifica | modifica sorgente]

Linguadoca-Rossiglione[modifica | modifica sorgente]

Limosino[modifica | modifica sorgente]

Lorena[modifica | modifica sorgente]

Midi-Pyrénées[modifica | modifica sorgente]

Nord-Passo di Calais[modifica | modifica sorgente]

Bassa Normandia[modifica | modifica sorgente]

Alta Normandia[modifica | modifica sorgente]

Paesi della Loira[modifica | modifica sorgente]

Piccardia[modifica | modifica sorgente]

Poitou-Charentes[modifica | modifica sorgente]

Provenza-Alpi-Costa Azzurra[modifica | modifica sorgente]

Rhône-Alpes[modifica | modifica sorgente]

Réunion[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di francia