Lepus coreanus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepre coreana[1]
Immagine di Lepus coreanus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Lagomorpha
Famiglia Leporidae
Genere Lepus
Sottogenere Eulagos
Specie L. coreanus
Nomenclatura binomiale
Lepus coreanus
Thomas, 1892

La lepre coreana (Lepus coreanus Thomas, 1892) è un mammifero lagomorfo della famiglia dei Leporidi.

Fino a tempi recenti, la specie era considerata come sottospecie di Lepus sinensis (Lepus sinensis coreanus): recenti analisi del DNA mitocondriale hanno dimostrato invece che si tratta di una popolazione a sé stante, sufficientemente distinta da poter essere elevata al rango di specie[3].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La specie è diffusa nella penisola coreana ed in Manciuria, dove colonizza un'ampia gamma di habitat, dimostrandosi un animale molto versatile: la si trova infatti nelle aree montane come in quelle pianeggianti e coltivate, anche se tende ad evitare le aree antropizzate anche rurali.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Misura fino a 55 cm, tuttavia raramente supera il mezzo metro di lunghezza: il peso può superare i 2,5 kg.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è piuttosto robusto, con grossa testa ed orecchie relativamente piccole ed allungate.

Il pelo è di colore è generalmente grigio-brunastro, con brizzolature sul dorso e tendenza a schiarirsi nella zona ventrale: la colorazione può tuttavia variare considerevolmente da individuo ad individuo, pur mantenendosi in generale nelle tinte sopracitate, con tonalità più o meno scure di grigio o bruno. Durante l'inverno, la specie per far fronte al freddo sfoggia un manto invernale piuttosto lungo e sericeo, grigiastro con sfumature brune su nuca, orecchie e zampe.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali schivi e riservati, dalle abitudini perlopiù notturne e strettamente solitarie, all'infuori del periodo degli amori: mancano tuttavia studi esaurienti sul loro comportamento in natura, in quanto per lungo tempo la specie è stata considerata una sottospecie di Lepus sinensis e pertanto poco studiata, a favore di studi che coinvolgessero la specie nel suo insieme.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Animali dalla dieta erbivora, le lepri coreane si nutrono prevalentemente di germogli teneri, erbe e foglie: alla bisogna, tuttavia, possono mangiare qualsiasi materiale vegetale, avendo ragione anche delle fibre più coriacee grazie ai robusti incisivi a crescita continua.
Come tutti i lagomorfi, le lepri coreane sono solite praticare la coprofagia, ossia ingeriscono parte delle proprie feci per ridigerirle ed estrarre dalla propria alimentazione la maggior quantità possibile di nutrimento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, pp. 198, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Lagomorph Specialist Group, Lepus coreanus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  3. ^ Mitochondrial cytochrome b gene sequence diversity in the Korean hare, Lepus coreanus Thomas (Mammalia, Lagomorpha)
mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi