Lepiota lutea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepiota lutea
Leucocoprinus birnbaumii.jpg
Lepiota lutea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Lepiota
Specie L. lutea
Nomenclatura binomiale
Lepiota lutea
(Withering) Quelét
Caratteristiche morfologiche
Lepiota lutea
Cappello campanulato disegno.png
Cappello campanulato
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
White spore print icon.png
Sporata bianca
Ring stipe icon.png
Velo anello
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Velenoso icona.png
Velenoso

La Lepiota lutea fa parte del numeroso gruppo di Lepiota di piccola taglia, simili alla Lepiota cristata ed altre, tutte tossiche oppure fortemente sospette.
È una Lepiota abbastanza conosciuta per la sua prerogativa di crescere in serre e vasi domestici.

Descrizione della specie[modifica | modifica sorgente]

Disegno della L. lutea in alcune sue forme

Cappello[modifica | modifica sorgente]

Di piccole dimensioni, inizialmente campanulato, poi piano; margine involuto e umbone centrale sempre rialzato. Presenta striature e punteggiature radiali color giallo-paglierino su sfondo bianco.

Lamelle[modifica | modifica sorgente]

Libere, di color giallo chiaro tendente al bianco per via della sporata.

Gambo[modifica | modifica sorgente]

Facilmente separabile dal cappello, esile, di colore giallo, cavo. Alla base presenta un piccolo bulbo.

Anello[modifica | modifica sorgente]

Di colore giallo, molto fragile.

Spore[modifica | modifica sorgente]

Bianche in massa, di forma ellissoidale.

Carne[modifica | modifica sorgente]

Di colore giallo.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Cresce tutto l'anno, gregaria oppure cespitosa, in serra oppure nei vasi domestici. Predilige terreno ricco di humus.

Commestibilità[modifica | modifica sorgente]

Velenoso.
Può causare avvelenamenti anche molto gravi, a seconda della quantità ingerita.

L. lutea
Lepiota lutea (Withering) Quelét

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Dal latino luteus = giallo, per il suo colore predominante.

Specie simili[modifica | modifica sorgente]

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica sorgente]

  • Leucocoprinus birnbaumii (Corda) Singer
  • Leucocoprinus flos-sulphuris (Schnizl.) Cejp
  • Leucocoprinus luteus (Bolton) Locq. (1945)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia