Lepilemur wrighti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepilemure di Wright
Immagine di Lepilemur wrighti mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Lepilemuridae
Genere Lepilemur
Specie L. wrighti
Nomenclatura binomiale
Lepilemur wrighti
Louis, 2006
Sinonimi

Lepilemur wrightae

Areale

Lepilemur wrightae range map.svg

Il lepilemure di Wright (Lepilemur wrighti Louis, 2006) è una specie di lemure recentemente scoperta, endemica del Madagascar.

Deve il nome della specie a Patricia Wright, studiosa e finanziatrice di progetti di ricerca in Madagascar.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Misura 52–64 cm di lunghezza, pur rimanendo solitamente al di sotto dei 60 cm: di questi, poco meno della metà vanno attribuiti alla coda.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il pelo è rosso-ruggine nella zona dorsale e giallo zolfo in quella ventrale. Sono presenti sfumature grigie sugli arti e sulla coda. Anche la testa è color grigio scuro. Le parti nude del corpo (orecchie, mascherina attorno a occhi e muso, zampe, ano) sono rosate. Gli occhi sono piccoli e di color rosso scuro.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie è diffusa nella zona sud-orientale dell'isola, e il suo areale ricade in gran parte all'interno della riserva speciale di Kalambatritra, nell'area compresa fra le sorgenti dei fiumi Mananara a est, Onilahy a ovest, e Mandrare a sud.

Popola le zone di foresta pluviale pedemontana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Hoffmann M. 2008, Lepilemur wrighti in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]