Lepilemur aeeclis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepilemure di Antafia
Lepilemur aeeclis b.PNG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Lepilemuridae
Genere Lepilemur
Specie L. aeeclis
Nomenclatura binomiale
Lepilemur aeeclis
Adriahlinirina et al., 2006

Il lepilemure di Antafia (Lepilemur aeeclis Adriahlinirina et al., 2006) è una specie di lemure recentemente scoperta, endemica del Madagascar.

L'epiteto specifico è un omaggio alla Association Européenne pour l'Etude et la Conservation des Lémuriens (AEECL).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La specie è diffusa nella zona occidentale dell'isola (nell'area compresa fra i fiumi Betsiboka e Mahavavy, dove preferisce le zone di foresta decidua secca.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Misura fino a 65 cm di lunghezza, pur rimanendo solitamente al di sotto dei 60 cm: di questi, circa metà vanno attribuiti alla coda.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il pelo è grigio scuro nella zona dorsale (a volte con sfumature rossastre a livello della zona prossimale degli arti), mentre tende a schiarirsi in quella ventrale: la testa è grigia e a forma di triangolo capovolto, sormontata da due grandi orecchie semicircolari.
I grandi occhi sono sormontati da pelo nerastro: nerastri sono il muso e la nuca, che può presentare addirittura striature che si riuniscono a livello della spina dorsale, formando una banda che corre fino alla coda, che può variare dal colore grigio al rosso ruggine.

Le zampe presentano i polpastrelli allargati e rigonfi per una migliore presa sui rami, mentre gli occhi sono spostati frontalmente, permettendo una buona visione binoculare.

Essendo un animale erbivoro, e nello specifico un grande mangiatore di foglie, ha il cieco assai sviluppato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Lepilemur aeeclis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Andriaholinirina, N., Fausser, J., Roos, C., Rumpler, Y., et al, Molecular phylogeny and taxonomic revision of the sportive lemurs (Lepilemur, Primates) in BMC Evolutionary Biology, vol. 6, 23 febbraio 2006, p. 17, DOI:10.1186/1471-2148-6-17.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]