Lepidotes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepidotes
Lepidotes notopterus.jpg
Fossile di Lepidotes notopterus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Osteichthyes
Ordine Semionotiformes
Genere Lepidotes

Il lepidote (gen. Lepidotes) è un pesce osseo estinto, vissuto tra il Giurassico inferiore e il Cretaceo inferiore (190 – 120 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati ritrovati in tutto il mondo.

Un pesce molto diffuso[modifica | modifica sorgente]

Diffusissimo nei mari bassi e nelle acque dolci, il lepidote è uno dei più tipici rappresentanti dei semionotiformi (Semionotiformes), un gruppo di pesci ossei primitivi dotati di pesanti scaglie ganoidi, derivati direttamente dai più antichi osteitti (Palaeonisciformes) del Devoniano e del Carbonifero. Il lepidote era un grosso pesce, che poteva superare i due metri di lunghezza, anche se mediamente era lungo 30-40 centimetri; il corpo era massiccio, non particolarmente agile. Questo pesce non doveva essere in grado di muoversi molto velocemente, e la sua protezione contro i predatori era data esclusivamente dalle pesanti scaglie ganoidi. Batterie di robusti denti permettevano al lepidote di rompere i gusci delle sue prede, probabilmente molluschi.

Fossile di Lepidotes maximus, Senckenberg Museum - Francoforte

Una bocca evoluta[modifica | modifica sorgente]

Il lepidote fu uno dei primi pesci a sviluppare un nuovo tipo di anatomia boccale: le mascelle superiori non erano più saldate all'osso zigomatico, così da permettere alle fauci di "distaccarsi" ed estroflettersi, andando a formare una sorta di tubo; questa caratteristica permetteva al pesce di risucchiare le prede da una distanza più lunga rispetto agli altri pesci suoi contemporanei. Questa modalità di nutrizione si osserva ancora oggi in pesci come le carpe, e potrebbe essere stata una delle chiavi del successo evolutivo del lepidote.

Preda dei dinosauri[modifica | modifica sorgente]

Il lepidote è spesso raffigurato come la tipica preda del dinosauro Baryonyx, dal momento che le scaglie di un esemplare furono rinvenute all'interno della cavità addominale del rettile.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci