Leonurus cardiaca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Leonurus cardiaca L.
Leonurus Cardiaca L.

Leunurus cardiaca L.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae

La Leonurus Cardiaca L., detta anche Cardiaca, è una pianta appartenente alla specie delle Lamiaceae o Labiatae.
Il suo nome scientifico Leonurus è costituito dalla parola latina leo, leone, e da quella greca oura, coda. Il nome Cardiaca invece deriva dall'antica consuetudine di ritenere efficace tale pianta sia per i dolori gastrici che cardiaci.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Leonurus Cardiaca L. venne importata dall'Asia verso il VII secolo per poi diffondersi in quasi tutta Europa, escluse le regioni mediterranee. Nel XV secolo era coltivata nei giardini dei monasteri e cento anni più tardi il medico francese Ambroise Paré menzionò e parlò delle proprietà curative della Cardiaca, come pianta efficace per i disturbi cardiaci di carattere nervoso come il cardiopalmo, ovvero le palpitazioni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La Cardiaca ha un'altezza compresa tra i 50 cm e 150 cm. È una pianta perenne, dal fusto rigido, molto ramificata e con delle foglie dentellate verde scuro. I suoi piccoli fiori rosa che sbocciano attorno ai mesi di Giugno-Luglio hanno un odore piuttosto sgradevole, ma il loro nettare attira le api. È possibile trovare la Cardiaca in quasi tutta Europa, tranne che nelle zone mediterranee, all'ombra di siepi, sui ruderi e lungo i viottoli di campagna fino a 1000 m.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente la Cardiaca veniva usata come rimedio a palpitazioni, dolori mestruali, disturbi gastrici ed anche come cicatrizzante.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Segreti e virtù delle piante medicinali, Selezione dal Reader's Digest S.p.A. - Milano, ISBN 8870450279

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]