Leone Pompucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David di Donatello David di Donatello per il miglior regista esordiente 1994

Leone Pompucci (Roma, 15 agosto 1961) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma nel 1961, inizia a lavorare come fotografo, collaborando con varie testate quali l'Espresso, Panorama, L'Europeo e Der Spiegel.

Verso la metà degli anni ottanta avviene il suo passaggio alla regia televisiva con la sigla del programma di Rai 3 Fantasmi. Successivamente realizza alcuni servizi per Mixer su Rai 2, e collabora con Rai 1 per il programma Sulla cresta dell'onda.

Esordisce al cinema nel 1993 con Mille bolle blu (che gli varrà il David di Donatello), seguito nel 1995 da Camerieri (che vince il Nastro d'Argento) e nel 2000 da Il grande botto.

Per la televisione ha realizzato dodici puntate della serie Don Matteo, i film in due puntate La fuga degli innocenti e Il sogno del maratoneta (2011) (tutti e tre per Rai 1), oltre a numerosi spot pubblicitari.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
1994 Mille bolle blu Migliore regista esordiente Vinto
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
1996 Camerieri Migliore sceneggiatura[1] Vinto
Foggia Film Festival
Anno Titolo Categoria Risultato
2014 Leone nel basilico Miglior film italiano[2] Vinto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (a Leone Pompucci, Filippo Pichi e Paolo Rossi).
  2. ^ Premi 2014

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]