Leonard Grey, I visconte Grane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma della famiglia Grey

Leonard Grey (1478Londra, 28 luglio 1541) fu un nobile politico inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era figlio di Thomas Grey, I marchese di Dorset e dell'ereditiera Cecily Bonville, VII baronessa Harington.

Sua nonna paterna era la regina Elisabetta Woodville, la quale dopo esser rimasta vedova del primo marito John Grey di Groby aveva sposato Edoardo IV d'Inghilterra. Sebbene il matrimonio fosse malvisto dalla nobiltà inglese per via del rango sociale inferiore dei Woodville, la famiglia Grey poté beneficiare dell'influenza di Elisabetta fin quando fu in vita re Edoardo. Fu così possibile per Thomas Grey sposare la ricca ereditiera Cecily.

Alla morte del padre nel 1501, il titolo passò al figlio maggiore Thomas. Leonard, figlio cadetto, iniziò invece la carriera militare riuscendo a farsi conferire da Enrico VIII d'Inghilterra il posto da comandante dell'esercito nella campagna contro i ribelli irlandesi nel 1535. L'Irlanda infatti non riconosceva la supremazia del re a capo della chiesa d'Inghilterra ma quella del papa. L'azione di Grey nel paese, svoltasi sotto istruzione di Enrico VIII, si disse che fu così cruenta che accorciò la vita al Lord Deputato d'Irlanda William Skeffington[1].

Come ricompensa per il lavoro svolto, Grey venne creato visconte Graney, ossia pari d'Irlanda, il 2 gennaio 1536.

Qualche anno dopo Grey venne accusato di aver permesso la fuga del nipote Gerald FitzGerald, XI conte di Kildare, figlio di sua sorella Elizabeth, in Francia nel 1539. Nonostante avesse strenuamente negato il coinvolgimento, fu accusato di alto tradimento e giustiziato alla Torre il 28 luglio 1541 per ordine dello stesso Enrico VIII[2].

Lasciò una vedova, Eleanor Sutton, figlia di Edward Sutton, II barone Dudley.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Letters and Papers of the Reign of Henry VIII, vol. X, no. 298
  2. ^ Mary Ann Lyons, ‘Grey, Leonard , Viscount Graney (c.1490–1541)’, Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]