Lemuria (cerimonie)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lemuria
Tipo di festa religiosa
Data 9, 11 e 13 maggio
Celebrata a Roma
Religione Religione romana
Oggetto della celebrazione Festività romana in onore dei Lemuri, cioè gli "spiriti della notte"

Le Lemuria o Lemuralia erano delle feste dell'antica Roma, che venivano celebrate il 9, l'11 e il 13 maggio, per esorcizzare gli spiriti dei morti, i lemuri.

La tradizione voleva che ad istituire queste festività fosse stato Romolo per placare lo spirito del fratello Remo, da lui ucciso[1] .

Il rituale prevedeva che il pater familias gettasse alle sue spalle alcune fave nere per il numero simbolico di nove volte, recitando formule propiziatorie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ovidio, Fasti V, 473 ss.