Leiothlypis peregrina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Beccavermi del Tennessee
Tennessee Warbler 2.jpg
Leiothlypis peregrina
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Parulidae
Genere Leiothlypis
Specie L. peregrina
Nomenclatura binomiale
Leiothlypis peregrina
(Wilson, 1811)
Sinonimi

Vermivora peregrina
Oreothlypis peregrina

Areale

Oreothlypis peregrina map.svg

██ Zona di nidificazione

██ Zona di svernamento

Il beccavermi del Tennessee (Leiothlypis peregrina (Wilson, 1811)) è un passeraceo americano della famiglia Parulidae[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È lungo 11,5 cm e pesa 8,5 g. Il maschio è di color marrone sopra e bianco sotto. La testa è grigia con sopracciglio bianco e occhio cerchiato di nero.

Le femmine hanno colori meno vivaci, con la testa meno contrastata e parte posteriore giallo pallido.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Il suo canto è una serie di note musicali e di trilli. Il richiamo è un acuto «sit».

Questi uccelli si nutrono di insetti in estate; in inverno mangiano bacche e nettare.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Vermivora peregrina nidifica nel terreno, deponendo 4-7 uova per nido.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Nidifica nel nord-America in Canada e negli USA settentrionali. È migratorio, e sverna in America centro-meridionale.

I loro habitat sono le conifere o le foreste miste, specialmente abeti rossi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Leiothlypis peregrina in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Parulidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli