Leicester Square (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Underground.svg Leicester Square
Cranbourn Street
Leicester Square tube station.jpg
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore Transport for London
Inaugurazione 1906
Stato In uso
Linea Northern line flag box.png
Piccadilly line flag box.png
Localizzazione Charing Cross Road
Tipologia Stazione sotterranea
Flusso passeggeri 2013 Increase2.svg 38.60 milioni[1]
Mappa di localizzazione: Londra
Leicester Square
Leicester Square
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°30′41″N 0°07′41″W / 51.511389°N 0.128056°W51.511389; -0.128056

Leicester Square è una stazione della Metropolitana di Londra, situata nella City of Westminster e facente parte della Travelcard Zone 1.

È servita dalle linee Northern e Piccadilly.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine la stazione era nota come «Cranbourn Street», anche se immediatamente prima dell'apertura (avvenuta il 15 dicembre 1906 dalla Great Northern, Piccadilly and Brompton Railway) le venne assegnata la denominazione di «Leicester Square», con cui è tuttora nota.

Così come la maggioranza delle stazioni delle linee Northern e Piccadilly, qui per accedere alle banchine era possibile fare uso solo degli ascensori. L'incremento dell'utenza negli anni venti, dovuto all'estensione della Northern sia verso nord (verso Edgware) che verso sud (in direzione Morden) indussero le autorità a ristrutturare lo scalo. Venne costruita una nuovo piano mezzanino, con annessa biglietteria: l'intervento coinvolse anche gli ascensori, che vennero rimossi per far posto alle scale mobili. Interessante notare che questi ultimi erano i più lunghi dell'intera metropolitana di Londra (54 metri), prima della ristrutturazione di Angel, che superò Leicester Square con le sue scale mobili di 60 metri.[2] In ogni caso, la stazione venne riaperta al pubblico solo nel 1935.[3]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita dai bus 14; 19; 24; 29; 38; 176 e dalle linee notturne N5; N20; N29; N38; N47 e N279.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Multi-year station entry-and-exit figures (XLS) in London Underground station passenger usage data, Transport for London, 2014. URL consultato il 27 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Underground Journeys: Escalators, Royal Institute of British Architects. (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2011).
  3. ^ (EN) Underground Journeys: Leicester Square, Royal Institute of British Architects. (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]