Legge Calles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa voce è parte della serie
Storia del Messico
Stemma del Messico
Voci principali
Messico indipendente
Categorie

La Legge Calles o Legge di Riforma del Codice Penale fu una riforma del codice penale del Messico sotto la presidenza di Plutarco Elías Calles, che prevedeva pene severe per le violazioni delle pesanti restrizioni contro il clero e la Chiesa cattolica sancite dalla Costituzione del 1917.

Calles applicò le preesistenti leggi anticlericali in tutto il paese e inasprì la legislazione anticlericale con nuovi provvedimenti. Nel giugno del 1926, promulgò la "Legge di Riforma del Codice Penale", nota come "Legge Calles".

Per esempio, indossare l'abito ecclesiastico in pubblico (cioè fuori dagli edifici ecclesiastici) era multato con 500 pesos di ammenda; un sacerdote che avesse criticato il governo poteva essere imprigionato per cinque anni. [1] Alcuni stati posero in atto misure oppressive. Il Chihuahua, ad esempio, approvò una legge che permetteva un solo sacerdote in tutto lo stato.[2] Calles razziò i beni ecclesiastici, espulse tutti gli ecclesiastici stranieri, chiuse i monasteri, i conventi e le scuole religiose.[3]

I sacerdoti furono costretti a sposarsi.[4]

Gli effetti della persecuzione della Chiesa furono profondi. Fra il 1926 e il 1934 almeno 40 sacerdoti furono assassinati.[5] Mentre prima della rivolta c'erano in Messico 4.500 sacerdoti, nel 1934 erano rimasti solo 334 sacerdoti autorizzati dal governo per quindici milioni di fedeli: il resto era stato eliminato dall'emigrazione, dalle espulsioni e dagli assassinii. [6] [7] Nel 1935, 17 stati erano completamente privi di sacerdoti. [8]

La persecuzione condusse a diffusi sollevamenti e infine all'aperto conflitto da parte del popolo cattolico dei Cristeros (1926-1929).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tuck, Jim THE CRISTERO REBELLION - PART 1 Mexico Connect 1996
  2. ^ Mexico, Religion U.S. Library of Congress
  3. ^ Warnock, John W. The Other Mexico: The North American Triangle Completed p. 27 (1995 Black Rose Books Ltd) ISBN 1551640287
  4. ^ The Cristeros: 20th century Mexico's Catholic uprising, from The Angelus, January 2002 , Volume XXV, Number 1 by Olivier LELIBRE
  5. ^ Van Hove, Brian Blood-Drenched Altars Faith & Reason 1994
  6. ^ Scheina, Robert L. Latin America's Wars: The Age of the Caudillo, 1791-1899 p. 33 (2003 Brassey's) ISBN 1574884522
  7. ^ Van Hove, Brian Blood-Drenched Altars Faith & Reason 1994
  8. ^ Ruiz, Ramón Eduardo Triumphs and Tragedy: A History of the Mexican People p.393 (1993 W. W. Norton & Company) ISBN 0393310663