Lega sveva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lega Sveva
Lega Sveva – Bandiera Lega Sveva - Stemma
Dati amministrativi
Nome completo Grande Lega di Svevia o Lega dei Paesi Svevi
Nome ufficiale Schwäbischer Bund
Lingue ufficiali Tedesco
Lingue parlate Alemmanno Tedesco
Inno inesistente
Capitale Coat of arms of Ulm.svg Ulma
Dipendente da CoA Maximilian I of Habsburg.svgCasato d'Asburgo
Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero
Politica
Forma di Stato Confederazione
Forma di governo Dieta
Nascita 14 febbraio 1488 con Eberaldo V del Wurtemberg
Causa Dieta imperiale di Esslingen am Neckar
Fine 1534
Causa Riforma protestante
Territorio e popolazione
Bacino geografico Sud della Germania,Voragelberg, Tirolo storico
Territorio originale Sud della Germania e Austria del ovest
Economia
Valuta ogni membro aveva una sua moneta
Religione e società
Religioni preminenti Cattolicesimo
Religione di Stato Cattolicesimo
Religioni minoritarie Quando scoppiò la riforma protestante anche il protestantesimo
Classi sociali Nobiltà Clero e Borghesia
Evoluzione storica
Preceduto da Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero
Succeduto da Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero

La Grande Lega di Svevia o la Grande Lega dei Paesi Svevi (Schwäbischer Bund) fu un'alleanza di tipo militare guidata dal Imperatore Federico III d'Asburgo e dal casato dei Asburgo. Fu creata il 14 febbraio 1488 durante la dieta imperiale di Esslingen am Neckar per contenere l'influenza della Confederazione elvetica nel sud della Germania dopo che era uscita vittoriosa dai conflitti con gli Asburgo e dalla Guerre di Borgona.

Vi aderirono diversi Principi del sud della Germania e del Austria, era guidata dai Conti del Tirolo e dal conte Eberhard V del Wurtemberg, diverse baronie di media importanza vi aderirono, come quelle dei Werdenberg, Fürstenberg, Waldburg, Zollern, etc., aderirono anche dei cavalieri e 22 città libere Imperiali della Svevia. La città di Ulm fu scelta come capitale della Lega.La Lega Sveva fu una tappa importante nelle riforme delle istituzioni amministrative del sacro romano impero, e lo mostrarono nella repressione della guerra dei contadini.

Formazione della Lega[modifica | modifica wikitesto]

Durante il XV secolo, i nobili della Svevia ingaggiano una lotta politica contro le città, ledendo i loro diritti e creando una situazione che rischia di farle sprofondare nell'anarchia. L'imperatore Federico III d'Asburgo propose di riunire le città e i nobili dentro la Grande Lega di Svevia. Questa coalizione che l'imperatore da il suo accordo per la fondazione, comprende quattro gruppi principali:

  • Le 22 Città libere imperiali della Svevia.
  • L'ordine dei cavalieri detto lega di San Giorgio.
  • Le regioni Governate da Sigismondo d'Austria detto il danaroso.
  • Le regioni Governate da Eberhard V del Wurtemberg, che diventa capitano o comandante in capo della Lega.

La Grande Lega di Svevia era una potenza militare con più di 13000 uomini.

Interventi Militari della Lega[modifica | modifica wikitesto]

La Lega Sveva parteciperà a numerose campagne militari che si potrebbero riassumere così:

  • Parteciperà alla Guerra sveva del 1499 e verrà sconfitta dalla confederazione elvetica.
  • Durante la guerra di secessione di Baviera (1504-05) prende vittoriosamente parte con il duca dell'alta Baviera, Albert IV contro la linea del partito del palatino duca Giorgio.
  • Nel 1512 le truppe della lega prenderanno d'assalto la cittadina di Hohenkrähe im Hegau per mettere fine al separatismo della nobiltà locale.
  • Nel 1519 condannerà il duca Ulrich VI del Wurtemberg, che aveva tentato di impadronirsi con la forza della città libera Imperiale di Reutlingen.
  • Nel 1523 si schiera contro la cavalleria di Franconia guidata da Hans Thomas von Absberg.
  • La Guerra dei contadini scoppia nel 1525, e dopo il duca di Lorena in Alsazia le armate della lega, marciano nel 1526 contro i contadini insorti che si erano ritirati a Strasburgo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Questa categoria raccoglie voci relative a stati non più esistenti.