Lech dl Dragon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lech dl Dragon
Lech Dragon quater.jpg
Il lago nel 2005
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Provincia Bolzano Bolzano
Comune Selva di Val Gardena
Coordinate 46°32′04.58″N 11°48′18.27″E / 46.534605°N 11.805074°E46.534605; 11.805074Coordinate: 46°32′04.58″N 11°48′18.27″E / 46.534605°N 11.805074°E46.534605; 11.805074
Altitudine 2680 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie variabile km²
Idrografia
Origine proglaciale
Mappa di localizzazione: Italia
Lech dl Dragon

Il Lech dl Dragon (Drachensee in tedesco) è un lago proglaciale nelle Dolomiti in Alto Adige.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il lago è situato sull'ampia cengia delle Mëisules sul versante gardenese del Gruppo del Sella a 2677 m. Il lago si crea periodicamente dall'apertura di un ghiacciaio, ormai in via di estinzione, che giace nascosto sotto i coni detritici provenienti dalle torri sovrastanti delle formazioni in dolomia principale.

Il lago scomparve negli anni settanta per ricomparire verso il 2002 e scomparve, date le modeste dimensioni residue del ghiacciaio, nel 2007. A tale proposito si può osservare nelle illustrazioni nella galleria la differenza di potenza della parete del ghiacciaio negli anni 1956 e 2005. In questi ultimi anni è riapparso, sia pure con dimensioni ulteriormente ridotte.

Il cratere fotografato nell'estate del 2011 potrebbe spiegare la formazione dei laghi sulla cengia del Sella

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del lago deriva da leggende degli abitanti della Val Gardena che udivano a Selva, sul Passo Gardena e addirittura sull'alpe del Mastlè le urla di un presunto drago che albergava nel lago sul Mëisules.

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

Dal passo Gardena, 2.121 m, attraverso il sentiero 666 che risale la val Setùs, in 1,5 ore si arriva alla cengia principale nella prossimità del rifugio Cavazza al Pisciadù, si gira a sud-ovest sulla larga cengia per circa 40 minuti su di in sentiero, accidentato per la presenza di numerosi massi detritici, in direzione della Valle dei Camosci.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Le modifiche subite dal lago nel tempo:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Alton, Proverbi, tradizioni ed aneddoti delle valli ladine orientali, con versione italiana. Innsbruck, Wagner, 1881, pp. 69s.
  • I lec de Mëisules. Calënder de Gherdëina 1951, Union di Ladins de Gherdëina Urtijei 1950, p. 62.
  • Alex Moroder, Lech dl Dragon m. 2650 Za. Calënder de Gherdëina 2006, Union di Ladins de Gherdëina, Urtijëi 2005, p. 122.
  • (LLD) Elisabeth Kostner, L lech dl Dragon y latueda dl permafrost sun Mëisules. in Calënder de Gherdëina, Urtijëi, Union of the Ladins de Gherdëina, 2013, p. 109.
  • Multi-disciplinary investigation of an active rock glacier in the Sella Group (Dolomites; Northern Italy)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige