Lecce nei Marsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lecce nei Marsi
comune
Lecce nei Marsi – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia dell'Aquila-Stemma.png L'Aquila
Amministrazione
Sindaco Gianluca De Angelis (lista civica "Futura") dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 41°56′05″N 13°41′16″E / 41.934722°N 13.687778°E41.934722; 13.687778 (Lecce nei Marsi)Coordinate: 41°56′05″N 13°41′16″E / 41.934722°N 13.687778°E41.934722; 13.687778 (Lecce nei Marsi)
Altitudine 740 m s.l.m.
Superficie 66,47 km²
Abitanti 1 762[1] (31-12-2010)
Densità 26,51 ab./km²
Frazioni Vallemora
Comuni confinanti Collelongo, Gioia dei Marsi, Ortucchio, Pescasseroli, Villavallelonga
Altre informazioni
Cod. postale 67050
Prefisso 0863
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 066050
Cod. catastale E505
Targa AQ
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti leccesi
Patrono san Biagio
Giorno festivo ultima domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lecce nei Marsi
Posizione del comune di Lecce nei Marsi all'interno della provincia dell'Aquila
Posizione del comune di Lecce nei Marsi all'interno della provincia dell'Aquila
Sito istituzionale

Lecce nei Marsi è un comune italiano di 1.711 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Valle del Giovenco e del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antica Litium nel territorio dei Marsi. Lecce sarebbe risorta in epoca longobarda, dopo la distruzione dell'antico castello marso durante la guerra sociale. Tuttavia, i primi cenni sulla localitá e sulle sue chiese si trovano nella Bolla di Clemente III (sec.XI) e dati più certi si hanno solo a partire dal XV secolo, allorquando Lecce (nome medievale: Licine) è elencata tra i "castelli" del "Comitatus Celani" (contea di Celano), soggetto come tutti gli altri a Odoardo Colonna e a sua moglie Covella. Nel XVI secolo anche Lecce passa sotto la giurisdizione dei Piccolomini. La chiesa di S. Pietro, abbandonata e quasi distrutta all'epoca della peste (anno 1656), negli anni immediatamente successivi "fu ricostruita per voto sotto il titolo di S. Elia" (fonte: P. A. Corsignani), mentre la chiesa di S. Martino (nell'antico borgo di Agne), "surrogata all'antica parrocchiale di S. Maria", aveva ottenuto da Urbano VIII il privilegio di indulgenze speciali per chi visitasse i suoi sette altari. In epoca moderna, nel 1915 il paese è stato devastato dal terremoto della Marsica del 13 Gennaio[2].

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Personalità legate a Lecce nei Marsi[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrea De Litio (Lecce nei Marsi, 1420 circa – Atri, 1495 circa), pittore del Rinascimento

Cittadinanze onorarie[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2012 in carica Gianluca De Angelis lista civica Sindaco
2007 2012 Andrea Favoriti lista civica Sindaco
2004 2006 Andrea Favoriti lista civica Sindaco
1999 2004 Alfredo Spallone lista civica Sindaco
1995 1999 Alfredo Spallone lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Storia di Lecce nei Marsi, Comune di Lecce nei Marsi.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo