Leafie - La storia di un amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leafie - La storia di un amore
Leafie.jpg
Titolo originale Madangeul Naon Amtak
Lingua originale Coreana
Paese di produzione Corea del Sud
Anno 2011
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, drammatico
Regia Oh Sung-yoon
Soggetto Hwang Sun-mi
Sceneggiatura Na Hyun, Kim Eun-jung
Produttore Kim Seon-gu, Lee Eun, Son Gwang-ik, Shim Jae-myung
Fotografia Lee Jong-hyuk
Montaggio Kim Hyeong-ju, Kim Jae-bum, Kim Sang-bum
Musiche Lee Ji-soo
Doppiatori originali
  • Moon So-ri: Leafie
  • Yoo Seung-ho: Greenie
  • Park Cheol-min: Sindaco/Mr. Otter
  • Kim Sang-hyeon: One-Eye
  • Choi Min-shik: Wanderer
  • Sa Seong-ung: Gallo
  • Jeon Suk-gyeong: Chirpie
  • Han Shin-jeong: Greenie giovane
Doppiatori italiani

Leafie - La storia di un amore (마당을 나온 암탉?) è un film d'animazione sudcoreano del 2011 basato su un racconto di Hwang Sun-mi.[1]. È uscito nelle sale italiane il 20 aprile 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Leafie è una gallina che vive in una batteria, costretta a fare uova tutti i giorni della sua vita. Sognando la libertà, escogita un piano: non mangia per tre giorni, e al momento di svenire per la debolezza viene raccolta dal fattore che la getta via assieme ad altre galline morte. Appena Leafie si riprende viene attaccata da One Eye, una donnola cieca da un occhio, ma salvata dal germano reale Wanderer. Leafie sembra innamorarsi di Wanderer, ma scopre che questo ha già una compagna, un'anatra bianca. La gallina si stabilisce ai piedi di uno stagno, dove fa la conoscenza con una simpatica lontra chiamata Sindaco, che ama amministrare gli altri animali e trovare loro un alloggio.

Una notte, però, torna One Eye: la donnola attacca e uccide la compagna di Wanderer, e Leafie, spinta dall'istinto materno, inizia a covare l'uovo dell'anatra. Quando One Eye riesce a uccidere anche lo stesso Wanderer, Leafie è costretta a prendersi cura dell'anatroccolo che esce dall'uovo, che lei chiama Greenie. I due si stabiliscono presso delle grandi paludi, e Leafie cresce Greenie con amore e sacrificio affrontando tutti i giorni i pregiudizi degli altri uccelli che non la sopportano per il suo modo di essere così spontanea. L'anatroccolo, crescendo, comincia a sentire l'impulso di volare e comincia a chiedersi perché sua madre non abbia ali adatte al volo, zampe palmate e penne adatte al nuoto. Quando le prese in giro diventano insopportabili, Greenie fugge da Leafie per essere catturato dal fattore, che lo lega con l'intento di tagliargli le ali e mangiarlo: un intervento tempestivo di Leafie e di Sindaco salva Greenie, che si rende conto di quanto lo ami sua madre...ma in quel momento sopraggiunge One Eye. Dopo un lungo inseguimento i due sfuggono alla donnola, e per l'occasione Greenie impara a volare.

Di lì a poco, nello stagno, arriva un immenso stormo di anatre selvatiche: Sindaco racconta come Wanderer fosse una volta la loro anatra guardiana, ovvero il maschio incaricato di guidare lo stormo durante le migrazioni e di proteggerlo dai predatori. Tutto finì quando l'ala di Wanderer fu irrimediabilmente spezzata da One Eye, durante un combattimento che costò l'occhio alla donnola stessa. Greenie sente l'irrefrenabile desiderio di diventare l'anatra guardiana dello stormo, proprio come Wanderer, e per farlo partecipa alla gara di volo con altre anatre maschi: dopo mille difficoltà Greenie riesce a vincere, e va acercare Leafie per salutarla. La gallina, allontanatosi per cercare cibo, si imbatte in una tana dove trova quelli che sembrano essere dei cuccioli di donnola: spinta dall'istinto materno, li coccola e li scalda fino all'arrivo di One Eye, la madre dei piccoli. Essa tiene un'anatra fra le fauci, e Greenie vedendola si butta in picchiata per salvare la compagna di stormo: così facendo finisce a sua volta fra le fauci di One Eye. La donnola, vedendo Leafie coi suoi piccoli, le urla di allontanarsi subito; Leafie, a sua volta, dopo aver capito di chi fossero i piccoli ne prende uno e minaccia la donnola di ucciderlo se non avesse lasciato andare Greenie. L'accordo permette a Greenie di riabbracciare Leafie, e i due si allontanano lasciando One Eye coi suoi piccoli, disperata dalla fame e dal fatto di non poter allattare senza prima mangiare.

Dopo un caloroso e struggente addio, Greenie parte lasciando Leafie da sola. A questo punto, sopraggiunge One Eye, tremante dal freddo e affamata. Leafie allora fa una cosa che la donnola mai si sarebbe aspettata: si offre in sacrificio alla sua nemica, per permetterle di allattare i suoi piccoli. Infine, la gallina e la donnola si sono capite e si sono immedesimate l'una nell'altra. Entrambe madri, entrambe amano i loro piccoli ed entrambe farebbero di tutto per proteggerli. Leafie, avendo visto Greenie partire, adulto e indipendente, sente di non avere più uno scopo nella vita e preferisce aiutare One Eye, la sua peggiore nemica, a crescere i suoi piccoli. La donnola, stupefatta da tale gesto d'amore, è costretta a uccidere Leafie per sopravvivere... ma lo fa piangendo.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto l'Asia Pacific Screen Award come miglior film d'animazione.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lee Hyo-won, Finecut Sells Animated 'Leafie' to U.S., U.K., Australia, The Hollywood Reporter, 22 novembre 2011. URL consultato il 4 dicembre 2011.
  2. ^ Mbn news '마당을 나온 암탉' 아태영화상 최우수 애니상

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]