Le piccole sorelle di Eluria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le piccole sorelle di Eluria
Autore Stephen King
1ª ed. originale 2002
Genere racconto
Sottogenere horror
Lingua originale inglese

Le piccole sorelle di Eluria è un racconto horror scritto da Stephen King. Sebbene presentato come singolo racconto, quest'opera è parte integrante della grande saga de La Torre Nera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roland Deschain, accompagnato da un cavallo, è sulle tracce dell'uomo in nero (per questo il racconto si può inserire come prologo a "L'Ultimo Cavaliere"). Mentre attraversa il deserto, Eluria, trova un cane mentre sta per mangiare il cadavere di un ragazzo. Scaccia il cane e raccoglie dal cadavere un medaglione a forma di croce. A causa di una distrazione viene attaccato dai mutanti, perdendo i sensi. Al suo risveglio si trova in uno strano ospedale, gestito da alcune suore, le "piccole sorelle". Presto però Roland si renderà conto che le sorelle sono in realtà dei vampiri, che curano le vittime per avere a disposizione del sangue fresco. Solo il medaglione raccolto dal cadavere sembra avere il potere di proteggerlo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il racconto è stato pubblicato nel 2002 al di fuori dei volumi della saga, seppur ne faccia parte in modo importante.
  • È stato in seguito inserito nella raccolta Tutto è fatidico

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura