Le parole celate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Le parole celate o Kalimát-i-Maknúnih (کلمات مکنونه ) è un'opera scritta a Baghdad attorno al 1857-1858 da Bahá'u'lláh, il fondatore della religione bahai. Questo libro fu scritto parte in arabo e parte in persiano.

Il testo ha la forma di un compendio di aforismi o brevi esposizioni, 71 in arabo e 82 in persiano, in cui Bahá'u'lláh illustra l'essenza della verità religiosa e la natutra dell'uomo che sollecita a uscire dalla propria materialità per elevarsi spiritualmente. Bahá'u'lláh invita l'uomo a coltivare il sapere, la giustizia, ad amare Dio e a comportarsi conseguentemente.

`Abdu'l-Bahá, il figlio di Bahá'u'lláh ha suggerito ai Bahai di leggere quotidianamente Le parole celate per sviluppare e applicare la propria saggezza alla vita di ogni giorno.

`Abdu'l-Bahá ha anche detto Le Parole Celate è un tesoro dei misteri divini che permette a chi medita su di esso di aprire le porte dei misteri.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Letteratura bahai.

Il testo, diviso in due sezioni, una in arabo e una in persiano, è costituito da 153 passaggi complessivi, ognuno dei quali inizia con un'invocazione. Le invocazioni più frequenti sono O Figlio dello Spirito, O Figlio dell'Uomo e O Figlio dell'Essere[1].

La struttura del testo è quella del dialogo in prima persona per cui il lettore sente più intimamente la vicinanza di Dio in un rapporto spiritualmente interattivo[2].

Le parole celate assieme a Kitáb-i-Aqdas, Kitáb-i-Íqán e a Spigolature dagli scritti di Bahá'u'lláh sono considerati dai Bahai tra i testi più significativi della letteratura bahai.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le parole celate, cfr bibliografia
  2. ^ Le parole celate, cfr bibliografia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bahai Portale Bahai: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bahai